WPP Innovators, Ricehouse start-up vincitrice dell'edizione 2021

Creatività, tecnologia e imprenditorialità sono state le protagoniste assolute della quarta edizione di WPP Innovators, il premio creato da WPP, leader mondiale nei servizi di marketing e comunicazione, e Amici della Triennale, l’associazione no profit di privati e imprese che sostiene le attività di Triennale.

WPP Innovators, edizione 2021

Il riconoscimento, che dopo l’edizione in digitale del 2020 è tornato a essere assegnato da una platea in presenza, vuole premiare le start-up italiane che si sono contraddistinte per ingegno e innovazione, applicando la componente tecnologica anche ad ambiti più tradizionali. Un comitato scientifico ha selezionato le cinque start-up finaliste per le categorie Comunicazione, Cultura, Design/Architettura, Fashion e Food, mentre una giuria composta da 150 tra imprenditori, business angel, giornalisti, accademici ed esponenti del mondo dell’innovazione durante la cerimonia in Triennale ha votato Ricehouse come start-up vincitrice di WPP Innovators 2021.

Ricehouse

Ricehouse, startup Innovative e società benefit che trasforma gli scarti derivanti dalla lavorazione del riso in materiali naturali per la bioedilizia, è stata fondata nel 2016 da Tiziana Monterisi (architetto specializzato in bioecologica) e Alessio Colombo (geologo). La startup, tra le più innovative nel campo delle costruzioni, realizza una linea completa di prodotti edili trasformando gli scarti della produzione risicola, altrimenti destinati a essere bruciati, perché inadatti all’allevamento. Grazie alla miscela di calce, lolla e paglia, i materiali firmati Ricehouse sono leggeri, altamente termici, traspiranti, sani, formaldeide free e 100% made in Italy. Inoltre, essendo completamente naturali, i prodotti della startup arrivati a fine vita non andranno ad impattare sull’ambiente, in quanto biocompostabili e biodegradabili. Ricehouse riceverà in premio un percorso di coaching di comunicazione a 360° da parte dei professionisti del gruppo WPP.

Dichiarazioni

“Insieme ad Amici della Triennale e Triennale Milano, vogliamo contribuire a creare uno stimolo per l’innovazione e il pensiero creativo con un premio annuale giunto alla sua quarta edizione – ha commentato Massimo Beduschi, WPP Chairman in Italia – Anche quest’anno siamo stati sorpresi da realtà incredibilmente innovative che uniscono idee brillanti applicate a creatività e ingegno in settori simbolo del made in Italy: dalla moda alla cultura al food, passando per il design e la comunicazione. Siamo orgogliosi di poter accompagnare la crescita delle start-up vincitrici di WPP Innovators 2021 con i servizi di consulenza nel marketing e comunicazione a cura dei tanti talenti che lavorano all’interno del nuovo WPP Campus di Milano”.

Premio Speciale Sostenibilità

Nel corso della serata di premiazione, il Comitato Scientifico ha, inoltre, assegnato il Premio Speciale Sostenibilità a Ittinsect, la start-up che ha la missione di ridurre la sovrapesca di pesce selvatico grazie a un mangime per l’acquacoltura sostenibile che sostituisce gli ingredienti provenienti dal mare con insetti e sottoprodotti agricoli valorizzati biotecnologicamente secondo i principi dell’economia circolare. Per ogni mille tonnellate di mangime, Ittinsect valorizza mille tonnellate di sottoprodotti agricoli evitando, così, la necessità di pescare trenta milioni di pesci, e riducendo le emissioni legate alla produzione di mangimi di oltre il 10%. Anche la vincitrice del Premio Sostenibilità riceverà come premio un percorso di coaching e consulenza in ambito comunicazione da parte delle agenzie WPP.

Le finaliste

Comunicazione: Kampaay
Cultura: Futurely
Design/Architettura: Ricehouse
Fashion: Endelea
Food: Farmelody

Comitato Scientifico di WPP Innovators 2021:

Il Comitato Scientifico che ha valutato le candidature e selezionato le start up arrivate in finale è composto da Alberto Calvo (Value Partners Mgmt Consulting), Michele Costabile (LUISS), Massimiliano D’Amico (Be-Come/Gli Irragionevoli), Marco Gaiani (serial entrepreneur/investor), Roberto Lombardi (Venture Capitalist), Francesco Perrini (Bocconi), Fabio Ranghino (Ambienta Sgr), Elena Tettamanti (Presidente Amici della Triennale), Elena Vitale (Imprenditrice e Business Angel, IAG member – Italian Angels for Growth). Per WPP hanno partecipato Massimo Beduschi (WPP Chairman in Italia), Viola Gualini (WPP Business Director in Italia) e Alberto Bottalico (

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *