auto

Gli esperti di storie dei veicoli di carVertical hanno analizzato il mercato automobilistico, stilando un elenco di 10 auto che non bisognerebbe vendere. Il motivo è perché il loro valore è destinato a salire in maniere significativa. Di seguito l’elenco delle 10 auto da non vendere.

Auto, l’Alfa Romeo GTV (1993 – 2004)

I designer Alfa Romeo hanno confermato la propria audacia progettuale con l’Alfa Romeo GTV. Come la maggior parte delle coupé dell’epoca, l’Alfa Romeo GTV era disponibile con motore a benzina a quattro o sei cilindri. La versione più preziosa della GTV resta quella equipaggiata con il magnifico sei cilindri Busso.

Questo motore, poi diventato l’asso nella manica di Alfa Romeo, è uno dei principali motivi dell’aumento del prezzo. Sebbene il suo valore non stia crescendo allo stesso ritmo delle antagoniste tedesche, gli esemplari ben tenuti hanno oggi un prezzo superiore ai 30.000€. Stando ai controlli della storia dei veicoli di carVertical, il 29% di queste auto presentava vari difetti che potevano influenzare il corretto funzionamento dell’auto.

Audi V8 (1988 – 1993)

L’Audi A8 è oggi riconosciuta come l’apice tecnico e ingegneristico del marchio tedesco. Tuttavia, prima dell’Audi A8, per breve tempo è stata l’Audi V8 il portabandiera dell’azienda. L’elegante berlina era disponibile solo con il motore V8, che all’epoca contraddistingueva questo tipo di auto. Questo modello di auto non è così sorprendente come una BMW Serie 7 o così prestigiosa come una Mercedes-Benz Classe S.

L’Audi V8 inoltre, è molto più rara rispetto ad altre auto della stessa fascia, quindi non sorprende che il valore di questa berlina di lusso stia crescendo. Secondo i rapporti sulla storia dei veicoli di carVertical, il 9% dei modelli testati presentava guasti e il 18% aveva il chilometraggio falsificato.

Auto: BMW 540i (1992 – 1996)

Per decenni, la Serie 5 è stata l’avanguardia della classe delle berline di lusso. La generazione E34 occupa un posto a metà tra la E28 e la E39, modelli considerevolmente più vecchi e costosi, che continuano ancora a vivere la propria crisi di mezza età. Il valore della BMW M5 è salito alle stelle, la 540i è molto più economica, ma non lo sarà ancora per molto.

Jaguar XK8 (1996 – 2006)

La Jaguar XK8 ha debuttato negli anni ’90 come coupé o decappottabile ed è stata una delle prime Jaguar veramente moderne. Preparati a spendere non meno di 15.000-20.000€ per un modello ben tenuto e ben curato. La Jaguar XK-R, molto ricercata dagli appassionati di automobili, è ancora più costosa. Secondo i controlli sulla cronologia dei veicoli di carVertical, il 29% delle auto appartenenti a questo modello presentava difetti e il 18% aveva il chilometraggio falsificato.

Land Rover Defender (Serie I, Serie II)

Land Rover non ha mai nascosto che le prime generazioni del SUV Defender fossero state pensate per venire incontro alle esigenze pratiche di chi viveva in campagna o faceva vita da fattoria. Il design basico di questa auto e la capacità di superare qualsiasi ostacolo immaginabile hanno fatto guadagnare al Land Rover Defender lo status di fuoristrada indistruttibile. I SUV che hanno visto giorni migliori valgono tra i 10.000€ e i 15.000€. Mentre quelli rimessi a nuovo o con un livello di usura minimo valgono anche più di 30.000€.

Secondo i controlli di carVertical, il 15% di questi veicoli presentava dei difetti, mentre il 2% è risultato avere il chilometraggio falsificato.

Auto: Mercedes-Benz E300, E3

Mercedes-Benz ha messo su strada più di due milioni di W124 in un ciclo di produzione relativamente lungo. Alcuni hanno concluso la loro vita dallo sfasciacarrozze, ma altri mostrano ancora segni di vita e i modelli mantenuti con cura valgono una fortuna. La E300, la E320 e la E420 hanno tutte le carte in regola per diventare una fonte di guadagno per cui molti collezionisti si daranno battaglia.

Saab 9000 CS Aero (1993 – 1997)

La Saab 9000 CS Aero è più di una semplice berlina di medie dimensioni. Introdotta nell’ultimo anno di produzione, è considerata il momento clou della serie Saab 9000. Sebbene Saab non abbia mai rivelato quanti esemplari di auto siano stati realizzati, la Saab 9000 CS Aero è un’auto piuttosto rara al giorno d’oggi. Questo particolare modello quindi, potrebbe essere un solido investimento.

Seguono Toyota Land Cruiser (J80, J100), Volkswagen Corrado VR6 (1991 – 1995), Volvo 740 Turbo (1986 – 1990). Quindi riassumendo investire in auto è ancora un concetto che non tutti comprendono. Per alcuni può sembrare troppo rischioso. Ma la conoscenza dei veicoli giusti può garantire un ottimo rendimento in tempi relativamente brevi.

Un pensiero su “Compra a poco, rivendi a tanto: le 10 auto che non dovresti vendere”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *