Frammenti

È in radio e in digitale “Un attimo” feat. Space One, il nuovo brano della band umbra Frammenti. Il video è stato diretto da Federico Maracaglia e girato all’interno della discoteca Matrioska di Deruta (PG).

Un attimo

Composto da Simone Federici, Federico Maracaglia, Eugenio Maglio e scritto insieme a Space One, “Un attimo” è un pezzo dalle sonorità prettamente pop con richiamo al rock e ai suoni moderni e vuole raccontare il momento che stiamo vivendo, con l’intenzione di ridare la voce a tutti quei lavoratori dello spettacolo che sono rimasti senza lavoro.

Frammenti, chi sono

I Frammenti sono Simone Federici (voce), Eugenio Maglio (basso) e Federico Maracaglia (chitarra e sintetizzatori). Definiscono la loro musica “un’esplorazione creativa di più generi, dal rock al pop, fino al rap e alla più recente future bass”. Lo scorso anno si sono classificati terzi al concorso “Una Voce per l’Europa”, ottenendo allo stesso tempo il primo posto nella sezione “brani in lingua italiana”.

L’intervista a Frammenti

I Frammenti hanno parlato in esclusiva a Time Magazine. “Con Un Attimo abbiamo provato a trasmettere quello che abbiamo provato durante la pandemia – esordisce Simone -. Inizialmente è stata molto dura, per noi come per tutti immaginiamo, ma con la musica abbiamo trovato una scappatoia che ci ha permesso di ritrovare speranza, una luce in fondo al tunnel. In questi anni siamo sempre stati alla ricerca di una nostra sonorità – spiega Federico -, ora l’abbiamo trovato ma siamo in continua evoluzione. Abbiamo scelto per un featuring con una figura forte e autentica che potesse dar voce anche alla sofferenza condivisa da tanti musicisti e lavoratori del mondo dello spettacolo come Space One, una delle colonne del rap italiano“.

Storia

“Il progetto è partito da me e Simone – racconta infine Eugenio -. Si presentò da me con un quaderno pieno di canzoni ma dopo aver iniziato insieme sentivamo la mancanza di un complementi sonore e quindi ho deciso di presentargli Federico, con cui siamo usciti con “Frammenti di libertà“, un brano che poi ha dato anche il nome al nostro gruppo. Siamo tre persone molto diverse musicalmente che ne hanno creata di fatto una quarta. Siamo felici di essere tornati a suonare live, al 100% della capienza dei teatri. E’ un bel messaggio per tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *