16%. È questa la percentuale degli utenti che, in media, legge un testo pubblicato online dall’inizio alla fine, la ricerca “How Users Read on the Web” di Jacob Nielsen lo ha dimostrato.

Non si tratta di un problema da poco: se chi atterra sulle pagine del tuo sito non consulta i tuoi articoli, difficilmente il tuo messaggio (commerciale o meno) potrà raggiungere il destinatario. Non solo: bassi tempi di permanenza e alta frequenza di rimbalzo sono segnali critici per Google, che possono tradursi in un peggioramento del ranking nelle SERP (le pagine dei risultati di ricerca di Google).

Come rimediare a questa situazione? Imparando a redarre contenuti capaci di:

  • catturare l’attenzione degli utenti
  • spingerli a proseguire nella lettura

Consultando la nostra guida, scoprirai come mettere in pratica le regole della scrittura per il web efficace, ottimizzando 3 elementi fondamentali dei tuoi testi:

  • struttura
  • stile
  • formattazione

Scrittura per il web efficace: le regole fondamentali

Creare i contenuti di un progetto online è sempre una sfida notevole. Occorre mirare a un obiettivo preciso (informare, generare engagement, vendere, ecc.), avere in mente il pubblico al quale ci si rivolge, stilare testi capaci di rispondere alle esigenze degli utenti e rispettare tutti i principi della scrittura in ottica SEO.

Il metodo più efficace varia in base ai fattori descritti poc’anzi. Quando ti approcci alla scrittura di un testo per il tuo sito, blog o e-commerce, tuttavia, ricorda sempre di:

  • non perdere di vista il tuo pubblico target
  • essere chiaro e immediato
  • trattare gli argomenti in modo completo e schematico

Come strutturare un testo per il web efficace

Come spiegano gli esperti, occorre puntare su attività di web copywriting che siano anche SEO copywriting: per strutturare contenuti efficaci, occorre calarci nei panni dell’utente medio.

Chi atterra su una pagina, magari dopo aver effettuato una ricerca su Google, è interessato ad una sola cosa: capire nel minor tempo possibile se ha trovato la risposta di cui era in cerca. In caso affermativo, probabilmente l’utente proseguirà nella lettura. Viceversa, abbandonerà il sito per non farvi più ritorno.

La maggior parte dei visitatori valuta i contenuti del tuo sito leggendone solo le prime righe: è dunque nell’incipit del testo che dovrai sforzarti di catturare l’attenzione del lettore, spiegando senza giri di parole come il contenuto che proponi potrà essergli utile.

Tra le tecniche di scrittura più efficaci c’è quella della piramide rovesciata: apri il tuo testo fornendo subito le informazioni chiave al lettore, stimolane la curiosità e invitalo a proseguire nella lettura per saperne di più. Quindi, aggiungi tutti gli approfondimenti necessari nella parte successiva del contenuto, ampliando ciascuno dei punti toccati nell’incipit.

L’efficacia di questo approccio è indubbia, tanto che ciascuna delle innumerevoli pagine di Wikipedia, la più celebre delle enciclopedie online, presenta una struttura di questo tipo.

La seconda tecnica che puoi adottare per il tuo incipit è quella spesso indicata come AIDA. Questo acronimo sta per Attention, Interest, Desire e Action e descrive 4 step utili per guidare il tuo lettore verso un obiettivo (in questo caso, proseguire nella lettura).

La formula prevede questo approccio:

  • Attention. Cattura l’attenzione esponendo un problema, riportando un dato significativo, rivelando una verità cruciale per il lettore. (“Il tuo sito non converte perché gli utenti lo abbandonano subito”).
  • Interest. Espandi il discorso, coinvolgendo l’utente e fornendo una prima risposta al bisogno che lo ha portato sulla tua pagina. (“Esistono strategie di copywriting che possono risolvere questo problema”).
  • Desire. È il passaggio chiave, quello nel quale proponi al lettore la soluzione di cui è in cerca. (“Per rendere più efficace il tuo portale devi imparare a redarre contenuti di qualità”).
  • Action. Sprona il lettore a passare all’azione. (“Vuoi scoprire come fare? Consulta la nostra guida!”).

Come impostare uno stile chiaro e diretto

La scelta dello stile con cui scrivere per il tuo sito o blog deve tenere conto di 3 fattori chiave. Chi legge online:

  • è incline a distrarsi
  • in genere scorre il testo senza consultarlo parola per parola
  • sa che con pochi click è libero di passare a un’altra fonte

È fondamentale semplificare la lettura, agevolare la scansione del testo e convincere l’utente con un linguaggio appropriato, ma sempre alla sua portata.

Le linee guida da seguire sono queste:

  • crea titoli diretti, interessanti e in linea con il contenuto della pagina
  • evita i periodi lunghi, spezzandoli sempre in frasi più brevi
  • preferisci una sintassi semplice, come soggetto, verbo e oggetto
  • usa verbi in forma attiva
  • limita i tecnicismi allo stretto indispensabile e aggiungi sempre spiegazioni per sigle e termini settoriali
  • riduci il ricorso agli avverbi

Come impaginare un testo perché sia sempre leggibile

Curare contenuti, struttura e stile non basta: la lettura su schermo risulta spesso scomoda, faticosa per l’occhio e, di conseguenza, frammentaria.

Agevolare chi è interessato a consultare le tue pagine è fondamentale. Per farlo, occorre curare con grande attenzione la formattazione, ad esempio:

  • suddividendo il testo in sezioni, ciascuna distinta da un suo sottotitolo (h2 e/o h3)
  • inserendo molti paragrafi, ciascuno di poche righe
  • badando al valore dell’interlinea e alla separazione tra sottotitoli e blocchi di testo
  • aggiungendo liste puntate e numerate
  • sottolineando termini e passaggi chiave con l’uso del grassetto
  • prevedendo un indice iniziale con link ai vari sottotitoli della pagina
  • includendo immagini o video per spezzare il testo aggiungendo elementi di interruzione

Testi per il web che funzionano: qual è la lunghezza ideale?

Non esiste una lunghezza standard per i contenuti di un sito web o i post di un blog. Il numero giusto di caratteri o parole è quello che ti permette di descrivere un concetto, offrire una risposta o risolvere un problema degli utenti in modo chiaro, fornendo tutte le informazioni necessarie.
Evita discorsi ridondanti e giri di parole aggiunti solo per far apparire corposo il contenuto e, allo stesso modo, non tralasciare dettagli importanti o esempi che potrebbero essere di aiuto per il lettore solo per chiudere in fretta il tuo articolo.

L’ultimo consiglio? Sperimenta approcci diversi per un web efficace. A seconda del settore o della nicchia in cui operi, i tuoi lettori potrebbero prediligere testi più o meno particolareggiati o estesi.