La Volvo XC40 ha vinto il premio Auto dell’anno 2018. Si tratta di un riconoscimento europeo prestigioso assegnato da una giuria composta da giornalisti; ha una tradizione piuttosto lunga, essendo stato istituito nel 1964. La selezione prende in esame tutti i modelli lanciati nell’anno precedente sui principali mercati continentali. La giuria sceglie i migliori, in base a diversi parametri, senza distinguere tra segmenti o tipologie meccaniche. Allora quali sono le caratteristiche di questa Volvo? Scopriamolo insieme.

 

DESIGN E INTERNI DELLA VOLVO XC40

Volvo XC40

La Volvo XC40 è un SUV di medie dimensioni (gli stranieri dotati di strade larghe lo definiscono compatto) data la lunghezza di 4.425 mm, il passo di 2.702 mm, la larghezza senza specchietti di 1.863 mm e l’altezza di 1.652 mm. Per la casa svedese si tratta del primo modello in questa categoria, arriva dopo il grosso XC90 e il medio-grande XC60. Dal punto di vista del design la XC40 mostra alcuni dettagli distintivi rispetto alle due vetture più grandi, concentrati in particolare sui gruppi ottici; la differenza più visibile è la forma del “martello di Thor” disegnata dalle luci diurne a LED; qui la “testa” somiglia un po’ meno ad un martello vero e proprio, essendo sdoppiata. Anche i fanali posteriori, pur mantenendo la sagoma simile ad una L, sono sensibilmente differenti, meno spigolosi. Nell’insieme il look è leggermente più dinamico e nervoso, pensato probabilmente per una clientela un po’ più giovane, come testimoniano le numerose combinazioni di colori disponibili per la carrozzeria.

Volvo XC40

Gli interni della XC40 sono quelli tipici di ogni Volvo che si rispetti: lusso e praticità. Anche i rivestimenti dell’abitacolo permettono ampie personalizzazioni cromatiche. I progettisti hanno dedicato una particolare attenzione all’ottimizzazione degli spazi, in particolare la necessità (spesso trascurata dai designer d’interni di molte marche, anche per modelli dal prezzo elevato) di riporre i mille oggetti che fanno parte della nostra vita. Quindi ad esempio la consolle centrale ospita una vaschetta rimovibile e sotto il sedile anteriore si può riporre un piccolo tablet; troviamo tasche di ogni tipo per documenti o carte di credito e simili (dove mettiamo la carta per estrarla e riporla velocemente quando arriviamo al casello dell’autostrada?); per i viaggi lunghi, è utile anche il gancio ripiegabile nella tasca portaoggetti anteriore, per appendervi piccole borse o cestini; nelle tasche dei pannelli, infine, c’è spazio per le immancabili bottigliette d’acqua e perfino per un piccolo computer. La stessa razionalità è visibile nel bagagliaio (piuttosto capiente, dato il volume da 460 a 1.336 litri). A parte l’ormai pervasivo meccanismo di apertura senza mani, il piano di carico è piatto, oltre a disporre di pannello divisorio e ganci.

Volvo XC40

Anche per quanto riguarda la tecnologia multimediale la Volvo XC40 è ben messa. Al centro della plancia spicca il display touch da 12 pollici, dal quale si possono gestire anche parecchie funzioni dell’auto, comunque duplicate dai comandi al volante. Va da sè (ma non troppo, perché nel mondo premium spesso queste cose sono optional) la presenza di serie della compatibilità con gli smartphone che usano Apple CarPlay e Android Auto, così come il dispositivo di ricarica ad induzione. Di serie anche il servizio satellitare di emergenza Volvo on Call, oltre alla funzione hotspot wi-fi con modem 4G (la SIM dati va aggiunta a parte). I patiti del suono potranno poi scegliere l’optional dell’impianto audio Harman Kardon con un woofer sulla plancia.

Arriviamo alle tante tecnologie per la sicurezza e l’assistenza alla guida. Indispensabile il sistema Park Assist con telecamera a 360 gradi per le manovre. Troviamo poi: frenata automatica d’emergenza urbana con riconoscimento pedoni, ciclisti e grandi animali; rilevamento stanchezza conducente; mantenimento corsia, protezione uscita di strada (l’auto controlla freni e sterzo per evitare l’uscita e, qualora impossibile, tende le cinture per mantenere i passeggeri al centro del sedile), protezione da colpo di frusta e molti altri sistemi. Disponibile anche l’optional Pilot Assist, per la semi-automatizzazione della marcia autostradale in colonna. Del resto, la sicurezza è sempre stata primaria in una Volvo, fin dal 1929.

 

VOLVO XC40, MOTORI E PREZZI DI LISTINO

Volvo XC40
Il presidente della Volvo Hakan Samuelsson con il premio Auto dell’anno 2018

Passiamo alla meccanica. I motori appartengono alla recente famiglia Drive-E, si tratta di unità a quattro cilindri turbocompresse con cilindrata due litri, a benzina e diesel. Al momento del lancio sul mercato sono disponibili il T5 (benzina) da 247 cavalli e 350 Newton metri di coppia massima, oltre al D4 (diesel) da 190 cavalli e 400 Newton metri. Ricordiamo la massa complessiva della Volvo XC40, variabile tra 1.684 e 1.733 Kg. Trasmissione sempre a trazione integrale e cambio automatico ad otto rapporti. Prestazioni e consumi: per il T5 velocità massima 230 Km/h, accelerazione 0-100 in 6,5 secondi e 7,2 litri per 100 Km sul ciclo misto NEDC e 9,1 litri sul ciclo WLTP (i nuovi test in condizioni di guida reale); per il D4 abbiamo invece 210 Km/h, 7,9 secondi, 5,1 litri sul NEDC e 7,1 litri sul WLTP. Successivamente la gamma verrà arricchita da motorizzazioni a tre cilindri (T3 da 156 cavalli e D3 da 150 cavalli), ibride e varianti con cambio manuale e trazione anteriore.

Chiudiamo con i prezzi. La Volvo XC40 è offerta in quattro livelli di allestimento, Business, Momentum, R-Design e Inscription. Per la motorizzazione T5 il listino chiavi in mano va da 44.220 a 47.220 euro; per la D4 va da 40.800 a 46.420 euro. La successiva T3 (due ruote motrici, cambio manuale) avrà una fascia 31.200-36.820 euro; la D3 andrà da 33.350 a 41.370 euro, a seconda della trasmissione. Infine la variante T4 (benzina, 190 cavalli, cambio automatico) andrà da 36.250 a 44.070 euro a seconda della trazione.