Il simulatore di guida definitivo è targato Volvo. Non è solo una scusa che utilizzano per assecondare ogni desiderio dello specialista in videogiochi della Casa automobilistica. Di fatto, l’innovativo simulatore di realtà mista messo a punto dalla Casa svedese viene utilizzato per fare progressi nell’ambito della sicurezza automobilistica e della tecnologia di guida autonoma.

Il simulatore di Volvo

La postazione include un sedile di guida con simulatore di movimento, un volante con feedback tattile e un visore per realtà virtuale con qualità cristallina delle immagini farebbe invidia a qualsiasi giocatore appassionato. Il simulatore di Volvo Cars porta questo concetto a un livello superiore. Rende difficile distinguere la realtà dalla simulazione. E il punto è proprio questo.

Caratteristiche

Il simulatore utilizza l’avanzatissima tecnologia della piattaforma Unity di sviluppo 3D in tempo reale. E i dispositivi professionali di realtà virtuale e mista della società finlandese Varjo per riprodurre la guida di un’auto vera su strade reali. Ciò è reso possibile dalla combinazione di una grafica 3D ad alta definizione estremamente realistica, un visore per la realtà aumentata e una tuta intera a marchio Teslasuit. E’ in grado di fornire un feedback tattile dal mondo virtuale e di monitorare al contempo le reazioni corporee.

Dichiarazioni

Ne ha parlato Casper Wickman, responsabile divisione User Experience della Open Innovation Arena di Volvo. Il simulatore permette a Volvo Cars di studiare reazioni umane autentiche in un ambiente sicuro e a una frazione del costo di un test reale. “La collaborazione con grandi aziende come Varjo, Unity e Teslasuit ci ha permesso di testare moltissimi scenari che sembrano reali in tutto e per tutto, senza dover costruire o allestire nulla. Possiamo così provare auto reali in situazione di traffico in transito che sembrano assolutamente reali, ma che possono essere regolate semplicemente azionando un tasto”.