Volvo Cars

Volvo Cars ha raggiunto un accordo con Baidu, la società cinese che detiene il principale motore di ricerca del Paese, per lo sviluppo congiunto di automobili elettriche e pienamente compatibili con la tecnologia di guida autonoma e per la successiva produzione di massa delle stesse per il mercato cinese, che è il più grande al mondo per l’industria automobilistica.

Baidu e Volvo Cars, l’accordo

Volvo Cars è la prima Casa automobilistica straniera a collaborare così a stretto contatto con Baidu per sviluppare congiuntamente vetture con guida autonoma personalizzate. L’accordo di partnership consentirà a entrambe le aziende di sviluppare e vendere questi veicoli a potenziali clienti cinesi.  Sottolinea l’ambizione della Casa svedese di diventare il fornitore d’elezione degli operatori del settore della mobilità in tutto il mondo.

I dettagli

Stando all’accordo, Volvo Cars e Baidu metteranno in comune le risorse necessarie per compiere il passo successivo. L’obiettiivo è prepararsi alla produzione in serie di automobili completamente elettriche e autonome. La collaborazione con Baidu è la prima di questo tipo avviata da Volvo in Cina. Volvo Cars è stata scelta intenzionalmente come partner da Baidu per la sua credenziali di lunga data nell’ambito dei sistemi di sicurezza automobilistica. Secondo l’accordo di collaborazione, Baidu metterà a disposizione la sua piattaforma di guida autonoma denominata Apollo. Volvo offrirà l’accesso alla sua competenza e alle sue tecnologie avanzate in ambito automobilistico.

Dichiarazioni

“Con Baidu stiamo facendo un grande passo avanti verso la commercializzazione delle nostre automobili compatibili con la tecnologia di guida autonoma e basate sull’eccellente tecnologia di sicurezza nel settore che contraddistingue Volvo,” ha dichiarato Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Cars. “È in atto una significativa evoluzione nell’ambito della guida autonoma in Cina, dove Baidu figura fra i leader di mercato e dove il mercato ci offre enormi opportunità come fornitore d’elezione per le flotte con tecnologia di guida autonoma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *