Il gruppo Volkswagen sospenderà la produzione questa settimana negli stabilimenti in Italia, Portogallo, Slovacchia e Spagna e si sta preparando a chiudere il resto delle sue fabbriche in Europa a causa della diffusione del coronavirus.

Coronavirus, Volkswagen si blocca 

“Dato l’attuale significativo deterioramento della situazione delle vendite e l’accresciuta incertezza per quanto riguarda la fornitura di parti ai nostri impianti, la produzione sarà sospesa nel prossimo futuro nelle fabbriche gestite da marchi del gruppo”, ha dichiarato il CEO del gruppo Volkswagen, Herbert Diess. La produzione sarà interrotta negli stabilimenti spagnoli di VW, Setubal in Portogallo, Bratislava in Slovacchia e Lamborghini e Ducati in Italia entro la fine di questa settimana, ha dichiarato Diess. 

Lo stop totale nel giro di due settimane

La maggior parte degli altri stabilimenti tedeschi ed europei inizierà a prepararsi a sospendere la produzione, probabilmente per due settimane. “I singoli marchi comunicheranno al più presto i dettagli dei piani operativi”, ha affermato Diess. Il comitato aziendale del Gruppo VW ha concluso che non è possibile per i lavoratori dei suoi stabilimenti mantenere una distanza di sicurezza l’uno dall’altro. Per prevenire il contagio e ha raccomandato una sospensione della produzione.

Il colosso tedesco 

Il gruppo Volkswagen, che possiede i marchi Audi, Bentley, Bugatti, Ducati, Lamborghini, Porsche, Seat e Skoda, ha dichiarato che l’incertezza sulla ricaduta della pandemia ha reso impossibile fornire previsioni per le sue prestazioni quest’anno. “Il 2020 sarà un anno molto difficile. La pandemia da coronavirus ci presenta sfide operative e finanziarie sconosciute. Allo stesso tempo, ci sono preoccupazioni per gli impatti economici sostenuti”, ha detto Diess.