Visit The USA
Visit The USA

In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, il sito Visit The USA ha selezionato cinque incredibili giardini botanici negli Stati Uniti.

Visit The USA, consigli

Lì vi sono conservati rari esemplari di fiori e piante appartenenti ai diversi ecosistemi presenti nel Paese. Dal paesaggio desertico dell’Arizona a quello rigoglioso del Missouri, ecco una selezione di oasi naturali, da appuntare in agenda per il prossimo viaggio.

Chicago Botanic Garden

Situato nella cittadina di Glencoe, 20 miglia a nord di Chicago, Illinois, questo enorme giardino botanico merita sicuramente più di una visita. Con i suoi 385 acri e oltre 2,6 milioni di piante, il Chicago Botanic Garden offre ai suoi ospiti 27 giardini circondati da placidi laghi, da esplorare senza fretta. La fama del giardino è dovuta soprattutto al suo Orchid Show, in programma ogni anno tra febbraio e marzo. Durante l’evento è possibile ammirare più di 10.000 fiori protagonisti di scenografiche composizioni floreali, presentate e illuminate in modo suggestivo. Il giardino ospita anche una rinomata collezione di bonsai. Comprende 200 alberi di bonsai e l’Heritage Garden, un giardino dal design perfettamente geometrico.

Desert Botanic Garden

Il Desert Botanical Garden di Phoenix è la prova concreta di quanto spettacolari possano essere gli ecosistemi aridi. E’ situato nel cuore del deserto di Sonora e circondato dagli speroni di roccia rossa del Papago Park. Questo giardino di 140 acri presenta la più vasta collezione di piante aride provenienti dai deserti di tutto il mondo, in una cornice all’aperto unica nel suo genere. Il giardino presenta oltre 50.000 piante desertiche, tra cui figurano cactus giganti e 180 specie di agave, da ammirare percorrendo cinque percorsi a tema. Offrono ai visitatori approfondimenti su temi come la conservazione e la vita nel deserto.

Missouri Botanical Garden

Fondato nel 1859, il Missouri Botanical Garden di St. Louis è il più antico giardino botanico americano in attività continua. Con i suoi 79 acri di giardini e strutture storiche, è stato nominato monumento storico nazionale. Nonostante l’età, questo luogo si è tenuto al passo con i tempi. Un chiaro esempio è la costruzione nel 1960 del futuristico Climatron, una gigantesca cupola geodetica che funge da serra e ospita una foresta pluviale tropicale. Tra le altre chicche all’interno del giardino ci sono uno dei più grandi giardini giapponesi del Paese, lo Stephen and Peter Sachs Museum e l’English Woodland Garden. Vanta 300 rododendri e azalee a cui si aggiunge una vasta collezione di orchidee.

Longwood Gardens

Fondato dall’imprenditore Pierre du Pont nel 1906 e situato a Kennett Square, a circa un’ora di auto da Philadelphia, il Longwood Gardens è diventato famoso in tutto il mondo per il suo impegno verso la botanica, il design, l’insegnamento e l’arte. Sviluppato su oltre 1.000 acri di giardini, prati, boschi e spazi dedicati all’orticultura, Longwood ospita oltre 11.000 varietà di piante. Il sito comprende quattro ettari e mezzo di giardini coperti, stagni di ninfee, sorgenti d’acqua, un aranceto e una grande prateria con tre miglia di sentieri.

Atlanta Botanical Garden

Nel cuore del quartiere Midtown Atlanta sorge un’affascinante oasi urbana. Nato nel 1976, l’Atlanta Botanical Garden si estende per 30 acri e comprende rinomate collezioni di piante, meravigliosi allestimenti, boschi ombrosi, mostre spettacolari e tanto altro. I visitatori del giardino possono passeggiare tra gli alberi del bosco negli Storza, Woods, attraversare il ponte sospeso Kendeda Canopy Walk e ammirare la vista spettacolare del paesaggio urbano di Atlanta dallo Skyline Garden. All’interno del parco ci sono tanti angoli da non perdere: dall’installazione mistica della Dea della Terra al Cascades Garden al romantico Rose Garden con oltre 100 diversi tipi di rose, fino al Dorothy Chapman Fuqua Conservatory. Accoglie rare piante tropicali e del deserto in via di estinzione