I calcoli renali sono oggi la malattia urologica più trattata del nostro Paese: stile di vita, dieta e scarsa conoscenza dei sintomi e delle conseguenze contribuiscono alla diffusione di una malattia dagli effetti particolarmente impattanti sul benessere e sulla qualità della vita del paziente. A condividere recensioni e consigli sul tema dei calcoli renali, detti anche Nefrolitiasi, è da Roma Villa Mafalda, centro polispecialistico con reparti di nefrologia e urologia all’avanguardia. Le opinioni della clinica capitolina possono aiutare a fare chiarezza su una patologia diffusa specialmente, ma non solo, tra la popolazione maschile. 

Calcoli Renali: definizione e sintomi secondo le opinioni di Villa Mafalda

I calcoli renali sono dei sassolini che vengono a crearsi per via del deposito di sali minerali presenti nelle urine. La dimensione dei cristalli aumenta man mano che la precipitazione dei sali prosegue, arrivando a raggiungere, secondo le stime e le recensioni di VillaMafalda, un diametro superiore ai 2 cm. I calcoli renali possono provocare lacerazioni, influire sul ritmo delle minzioni, e causare infezioni urinarie. Quali sono i sintomi più diffusi? Dolore e tracce di sangue nelle urine sono i segnali più diffusi che indicano la presenza di calcoli renali e la necessità di intervento. 

Nel caso in cui si sia già contratta un’infezione urinaria, il paziente può provare nausea, brividi e febbre. Se ignorati, i calcoli possono portare nel lungo periodo a vere e proprie insufficienze renali. E avere un impatto importante sulla qualità della vita del paziente. Il sano funzionamento dei reni è infatti legato al benessere complessivo di tutto l’organismo. Un aspetto esemplificato nelle recensioni di AktiVision (qui il sito), la divisione oculistica di Villa Mafalda a Roma. 

Le opinioni espresse da AktiVision evidenziano come la buona salute del rene abbia ripercussioni anche sulla qualità della vista del paziente. Nonostante la clinica Villa Mafalda abbia precisato come, talvolta, i calcoli possano essere asintomatici, è dunque importante accorgersi per tempo della patologia in modo da intervenire con tempestività.

Clinica Villa Mafalda recensioni sulle terapie più moderne

Esistono oggi diverse modalità di intervento, più o meno impegnative. Buona parte dei casi si risolve spontaneamente per via della dimensione del calcolo, abbastanza ridotta. In caso di coliche e dolori, su può intervenire con l’assunzione di medicinali per favorire l’espulsione spontanea e lenire il dolore. Se questa terapia non è sufficiente, si procede con l’intervento. Le recensioni degli esperti parlano di diverse tipologie di operazione: si va dalla litotrissia extracorporea, il metodo meno invasivo che utilizza onde d’urto per frantumare il calcolo, fino alla chirurgia a cielo aperto, intervento raro ed effettuato solo nei casi più complessi. 

Secondo i consigli e le opinioni di Villa Mafalda, in ogni caso, la prevenzione resta la strategia migliore. Praticare la giusta attività fisica, evitare il fumo e lo stress emotivo, mantenersi idratati, specialmente nei mesi estivi. Comportamenti che aiutano a ridurre al minimo le possibilità di contrarre la nefrolitiasi. Le opinioni degli esperti sottolineano inoltre la presenza di soggetti maggiormente inclini alla patologia, che dovrebbero dunque prestare particolare attenzione. Gli uomini rispetto alle donne, le persone nella fascia d’età tra i 30 e i 50 anni, e chi soffre di ipertiroidismo. Vista la diffusione della nefrolitiasi tra gli italiani, è dunque importante conoscere i sintomi, i fattori determinanti e le cause in modo da premunirsi e prevenirla al meglio.