Valhalla
Valhalla

Chi è incuriosito dalla cucina vichinga, ne conosce le radici storiche? Chi vede la nuova serie di Vikings sa da dove prendono spunto tutti gli eroi che vengono raccontati? Quanti di voi conoscono la mitologia norrena come quella greca o romana? Ogni mercoledì da Valhalla due esperti in costume intratterranno quindi gli ospiti per una cena dalle 20 alle 21 a 15 euro con un argomento diverso (un focus su un personaggio della mitologia nordica con vicende, film e curiosità; la figura della donna nella comunità; i riti propiziatori, i sacrifici; la caccia e la vita sociale; cosa ci rimane di scritto dagli storici; conquiste e sconfitte; i miti più importanti).

Valhalla, il calendario

5 febbraio: Il Valhalla: i segreti, misteri e aneddoti del paradiso dei Vichinghi

12 febbraio: La forgiatura delle spade vichinge: si racconteranno le caratteristiche delle armi vichinghe e le differenze con quelle celtiche, come e quando venivano utilizzate

19 febbraio: replica Il Valhalla

26 febbraio: replica forgiatura delle spade vichinghe

4 marzo: Loki, il dio più enigmatico della mitologia norrena, si racconteranno diversi aneddoti e curiosità su questa divinità

11 marzo: Principali riti vichinghi: quali erano quelli più utilizzati, dai sacrifici alle divinazione, con diverse curiosità

18 marzo: replica sul dio Loki

25 marzo: replica sui riti vichinghi

Milano

Nella prima sala del ristorante, la più sfarzosa e quella visibile anche dalla strada, viene messo in scena il paradiso vichingo di Valhalla. Si trova un salone maestoso del mondo divino di Odino, dove ogni giorno va in scena un sontuoso banchetto. Qui elmi dorati di eroi caduti in battaglia si contrappongono a stilizzati scudi neri, specchi e finestre di mondi lontani, popolando le pareti di presenze che si raddoppiano e annullano a vicenda. I commensali sono attorniati da una storia con molteplici sfaccettature, dove ogni elmo realizzato a mano aggiunge un dettaglio grazie alle imperfezioni della materia, dove ai sogni paradisiaci della gloria ultraterrena si mescolano le ferite di guerra, materica quanto razionale, come suggerito dagli ordinati tubi d’ottone che, come lance, scendono dal soffitto ad illuminare i tavoli.