Le vacanze sono ormai dietro l’angolo, finalmente. E tra le tante mete di quest’anno, una molto gettonata è la Corsica. Un’isola che racchiude, nella sua superficie contenuta, tutto quello che serve: divertimento, natura incontaminata e strutture all’altezza.

Vacanze in Corsica, cosa vedere

L’isola, tra le altre cose, diede i natali a Napoleone Bonaparte. Il comandante francese, infatti, nacque ad Ajaccio e la città corsa è una delle tante mete assolutamente da non mancare. Inutile parlare delle acque cristalline che la circondano: la fortuna della Corsica è di trovarsi in una zona che offre acque pulite unite a spiagge da sogno, che non hanno nulla da invidiare alla vicina Sardegna.

I traghetti per raggiungere la Corsica

È chiaro, però, che per arrivare in Corsica ci sono alternative da prendere in considerazione: tra queste l’arrivarci con i traghetti. E tra tutti gli orari dei traghetti per la Corsica da consultare online che ci sono sicuramente l’utente finale non avrà difficoltà a trovare quello giusto per le sue esigenze. Anche perché una volta arrivati sull’isola, poi, si sarà sicuri di essere accolti nel miglior modo possibile. 

Corsica, un’isola selvaggia

La parte interessante della Corsica è che si tratta di un’isola selvaggia e che, quindi, la si può visitare in mille modi e con mille idee: c’è chi la già in moto, respirando aromi del lentisco, del mirto e della lavanda. Anche perché da Bastia a Bonifacio, altro capo dell’isola, sono 358 chilometri di meraviglie. Oppure pernottare a Nonza, con la sua lunga spiaggia nera raggiungibile da una ripida scalinata. Le alternative, sicuramente, non mancano. Ma di certo non mancano le attrazioni naturali.

Cosa vedere: 10 posti bellissimi da non perdere

E tra i posti più belli assolutamente da non perdere non si può non citare Cap Corse e Bastia; il primo è il cosiddetto “Dito della Corsica“, una penisola di 40 km di lunghezza e 10 di larghezza. La seconda è il maggior porto dell’isola, una città di stretti vicoli in salita, palazzi storici e sontuose chiese barocche. Ma nella lista delle cose da vedere non possono mancare la valle del Tavignano e la valle della Restonica, il Porto Vecchio, Bonifacio e Lavezzi, Sarténe, Calanchi di Piana, la riserva Naturale di Scandola, Calvi, Isola Rossa e la Balagne e il deserto delle Agriate.