vacanza nelle Marche

L’estate è ormai arrivata e molti di noi potrebbero ancora non avere progettato niente di particolare in attesa di capire quale fosse l’evoluzione dell’epidemia che ci ha costretto a stare in casa a lungo. Per chi ha deciso di puntare sull’Italia una delle zone spesso meno gettonate, ma che garantiscono di poter trovare un territorio tutto da scoprire e dove potersi divertire praticando spor ci sono certamente le Marche.

Il gradimento nei confronti di questa zona è in crescita. La Regione Marche – nominata da Lonely Planet Best in Travel 2020, al secondo posto tra le dieci migliori destinazioni al mondo e unica italiana in classifica – offre infinite possibilità per trascorrere una vacanza all’aria aperta e immersi nella natura. Chi ama la bicicletta potrà contare su Marche Outdoor, un progetto di turismo lento, con testimonial d’eccezione il campione del ciclismo mondiale Vincenzo Nibali. Qui si potrà scegliere tra 24 itinerari cicloturistici adatti a tutti i livelli – dai principianti agli appassionati delle due ruote, adatti non solo a mantenersi in forma, ma anche a scoprire meglio le bellezze offerte dal territorio.

Grazie alla presenza di mare, montagna, colline e meraviglie naturali ce ne sarà davvero per tutti i gusti: mountain bike, trekking, climbing, sport acquatici e gite a cavallo.

Vacanza nelle Marche: tanti percorsi per girare in bicicletta

Per chi ama immergersi nella natura con le due ruote per scoprire lungo il percorso piccoli paradisi verdi quasi incontaminati difficilmente potrà restare deluso dai percorsi compresi in Marche Outdoor. Sono così compresi circa 2.000 Km e 130 comuni interessati.

L’itinerario viene continuamente aggiornato. Anzi, è possibile consultare in tempo reale le novità attraverso il sito (www.marcheoutdoor.it) e un’applicazione interattiva dedicati. Ognuno ha così la possibilità di costruire un percorso personalizzato, sulla base dei propri gusti.

Tra i personaggi che hanno apprezzato il progetto c’è l’artista Michelangelo Pistoletto. E’ stato lui a coniare il concetto di “Marche Rebirth” che, associato al suo Terzo Paradiso, rappresentato da tre anelli concentrici, mette a disposizione vari percorsi di Marche Outdoor . Attraverso i percorsi simbolo del Terzo Paradiso, ognuno composto da tre anelli che partono dal mare e arrivano in montagna, si può così scoprire tutto il territorio marchigiano.

Un’attenzione particolare è stata rivolta anche nei confronti di chi preferisce la montain bike e ama così migliorare costantemente le proprie prestazioni. In questo caso potrà essere ideale Brevetto di Monte Nerone, un itinerario nella provincia di Pesaro Urbino. I più coraggiosi, potranno scalare i tre versanti del Monte Nerone percorrendo le tre strade asfaltate che partono rispettivamente da Apecchio, Piobbico e Pianello di Cagli. Chi riuscirà a portare a termine il tragitto in una sola giornata otterrà un attestato.

All’interno del Parco naturale regionale del San Bartolo si trovano invece percorsi a difficoltà crescente. Nelle Marche centrali è invece affascinante lo scenario del Parco Nazionale del Conero. Nell’entroterra maceratese si trova poi una zona sempre più frequentata e apprezzata dagli appassionati di mountain bike, il Parco nazionale dei Monti Sibillini. Qui si trovano 14 itinerari ad anello ognuno percorribile in giornata mentre un solo itinerario, quello denominato il Grande Anello dei Sibillini, è percorribile in mountain bike in circa 4-5 giorni.

I territori adatti per il trekking

Non mancherà la soddisfazione anche per chi ama le lunghe passeggiate. In questo caso sarà un’occasione anche per scoprire le meraviglie locali. Tra queste, le Marmitte dei Giganti, chiamate anche Canyon del Metauro o Marmitte del Diavolo, situate vicino Fossombrone a circa 2 km dal centro storico. Affascinanti sono anche le Grotte di Frasassi, all’interno del Parco della gola della Rossa e di Frasassi in provincia di Ancona. Ideale allo scopo è anche il Parco dei Monti Sibillini, al cui interno si trovano le Gole dell’Infernaccio, delle gole naturali formate dal fiume Tenna.

Per i più esperti camminatori il consiglio può ricadere entiero che da Foce di Montemonaco passa per la leggendaria Grotta della Sibilla e raggiunge il Lago Pilato, o il Sentiero dei Mietitori, un itinerario che abbraccia il Monte Vettore, la cima più alta della regione. 

Altrettanto affascinante è la Riserva Naturale Abbadia di Fiastra, in provincia di Macerata. Da segnalare anche il Parco Sasso Simone e Simoncello, straordinaria area protetta nella regione storica del Montefeltro, in provincia di Pesaro Urbino.

In vacanza nelle Marche: lee aree per chi ama climbing e arrampicate

I più coraggiosi potrebbero mettersi alla prova con l’arrampicata. Una delle location più adatte è la falesia di San Giorgio, vicino ad Ascoli Piceno, con più di 100 vie. Questa esperienza può essere compiuta qui durante tutto l’anno, sia d’estate che d’inverno.

In alternativa, si può ripiegare sul Parco della gola della Rossa e di Frasassi e il Lago di Fiastra,. Qui si trova una delle spiagge più belle delle Marche, sebbene in montagna. E da quest’anno è disponibile anche una parete per arrampicarsi.

Equitazione e paracadutismo: non ci si potrà annoiare

La versatilità per gli appassionati di sport è uno degli aspetti distintivi che potranno essere apprezzati da chi sceglie di fare una vacanza nelle Marche. Non mancano strutture ricettive, maneggi, centri ippici e agriturismi, adatti a chi ama andare a cavallo nel tempo libero. Nella zona di Fano, invece, si possono fare interessanti passeggiate su ampi spazi verdi tra fattorie, laghetti e scenari bucolici della vallata del Metauro. Spettacolari i trekking a cavallo nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini: qui le escursioni a cavallo nella zona del parco, di uno o più giorni, si rivolgono per lo più a cavalieri esperti.

Per chi invece è più temerario e ama sport estremi e adrenalinici potrà trovare a Montefano, in provincia di Macerata, un campo volo per praticare parapendio. Si potranno ammirare dall’alto Recanati, Loreto e il Monte Conero, in direzione est; in direzione Ovest invece Cingoli, Filottrano e il monte San Vicino.

Per chi preferisce il deltaplano, invece, si potrà sorvolare il Lago di Fiastra, i Monti Sibillini e altre località.

Spazio anche agli sport acquatici

Le Marche offrono oltre 180 km di costa bagnata dal mare, dove praticare ogni sorta di attività acquatica, come Windsurf e Kitesurf. Non mancano scuole e centri dove poter affittare tavole. Famosissime le varie attività sulla Riviera del ConeroPorto San Giorgio e San Benedetto del Tronto. Per chi ama praticare Sup, le coste alla base del Parco San Bartolo e del Conero si prestano benissimo a questo scopo.

Chi vuole invece provare l’esperienza di navigare a bordo di una canoa o di un kayak potrà contare su località come Gabicce Mare, Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto del Tronto, ma anche nelle riserve naturali, come in quella del Furlo.

Davvero memorabile potrà essere una pagaiata fino alle Due Sorelle, spettacolari faraglioni che si innalzano circondati da acque cristalline.