“Uno di voi” è il padre. Si, ma chi? Relazioni pericolose, ma soprattutto confuse… Quattro amici di lunga data ancora un po’ bambini e un bambino in arrivo. Un weekend di follia mette in cantiere una nuova vita, ma al tempo stesso smonta relazioni consolidate, mescola ruoli, rispolvera vecchi sentimenti, scatena crisi d’identità e svela scheletri nell’armadio. Ne succedono davvero di tutti i colori… Lo spettacolo sarò in scena dal 9 al 26 gennaio al Martinitt.

Che cos’è “Uno di voi”

Atmosfere da “La notte prima gli esami (del DNA)”. Dopo un weekend goliardico e spensierato, speso a rivangare i trascorsi universitari e a liberare il Peter Pan che ancora alberga in ognuno di loro, quattro amici si trovano a fare i conti con il presente e soprattutto con il futuro. Tra chi ha le idee chiare e chi è in fuga, chi non osa uscire allo scoperto e chi è ridotto a un caso umano, prende vita una kermesse divertente in cui tutto salta per aria per poi atterrare… tra le lenzuola. Una donna e tre uomini il cui destino è chiuso in una busta, ma non è un quiz. E’ una storia (semi)seria che va ben oltre il sesso e che parla di crescita, responsabilità e soprattutto della necessità di una presa di coscienza.

Sinossi

Tre uomini e una gravidanza. Mentre il mondo combatte con il tasso di natalità e la fertilità maschile in picchiata, tre voci fuori dal coro ammutoliscono all’improvviso… Un’unica donna, amica storica di tutti e tre, e un unico dubbio: chi sarà il padre? Una riflessione sul fatto che c’è sempre la possibilità –e il dovere morale- di scegliere.

Il Martinitt

Un teatro entusiasta, dai grandi numeri (oltre 40.000 spettatori lo scorso anno e oltre 2600 abbonamenti in 10 stagioni), che crede davvero nei talenti –consolidati o emergenti- della moderna drammaturgia di casa nostra. Riflettori sempre puntati però anche sulla danza. Al quartiere, infine, il Martinitt ha regalato anche il cinema che mancava.