Ultra Music Festival

Ultra Music Festival 2019. Nel mondo esisteranno pure diversi festival dedicati alla musica elettronica, tra cui il SÓNAR in SPAGNA che è giunto alla sua 25esima edizione e che presenta un cartellone di altissimo livello, AIRBEAT in Germania, che attende ben 50 mila persone provenienti da tutto il mondo o il MDRNTY CRUISE, la crociera nel Mediterraneo a ritmo di techno e house. Ma nulla che può competere con Miami, pronta a celebrare i primi 20 anni della sua grande kermesse sonora elettronica che tutti conosciamo come Ultra Festival. Correva il 1999 quando Alex Omes e Russell Faibisch aprirono i battenti, ispirandosi, nel nome, all’iconico album con cui i Depeche Mode scalarono le classifiche commerciali due anni prima.

Ultra Music Festival: un fenomeno di portata planetaria

Fino al 2006 era un evento one night only. Visto l’interesse crescente e la grande partecipazione di persone provenienti un po’ da tutto il mondo, da allora ogni edizione è stata spalmata in più giornate (per essere esatti sono tre giorni). La crescita considerevole ha portato inoltre all’espansione in altre parti del mondo, tra cui Ibiza, Croazia, Cile, Giappone, Hong Kong, Russia e altre città statunitensi. L’Ultra Music Festival è il paradiso, dove le divinità EDM si esibiscono in un’atmosfera di festa inebriante. Un’esperienza indimenticabile che vale la pena non perdere per gli appassionati del genere.

Nella scena internazionale ha raccolto un vasto e fedele seguito, tanto che non mostra il benché minimo rallentamento. Un successo valso ambiti riconoscimenti quali il Best Dance Event e il World’s Best Festival, aggiudicati a più riprese negli ultimi anni. Leggende assolute come Tiesto, Paul Oakenfold, Paul van Dyk, Pete Tong, Armin van Buuren, deadmau5 e David Guetta si sono alternate alla consolle.

L’iter burocratico da rispettare per entrare negli Stati Uniti

Come riporta ilsole24ore.com, il Visa Waiver Program autorizza cittadini di determinate nazioni (Italia compresa) a viaggiare o transitare, per motivi di turismo o per affari, negli Stati Uniti d’America e di restarvi per massimo 90 giorni (obbligatorio avere il biglietto di ritorno) senza che sia necessario ottenere un visto.

È sufficiente infatti richiedere online l’autorizzazione al viaggio ESTA (Electronic System for Travel Authorisation), la cui risposta è quasi immediata e bastano cinque minuti per compilare correttamente le domande di idoneità ESTA.

Gli altri must necessari per volare o viaggiare via mare verso gli States sono il passaporto con il microchip elettronico e un’assicurazione medica che possa coprire gli eventuali infortuni o malanni sul territorio americano, per evitare di pagare cifre altissime anche solo per un mal di denti.

Non sottovalutate l’importanza di questo iter burocratico a cui noi italiani non siamo tanto abituati, perché non sono pochi i turisti che si sono visti negare l’ingresso alla dogana statunitense perché mancavano alcuni requisiti.

Date e biglietti

Per assistere al grande appuntamento con la musica elettronica due tipologie di biglietti: General Admission (GA) e VIP. Ciascuno darà accesso a tutti e tre i giorni dell’Ultra Music Festival, per tutte le aree, escluse quelle riservate ai possessori di biglietti VIP.