Creare piccole meraviglie con le proprie mani è una gioia che non ha prezzo. A renderlo ancora possibile Trollbeads.

LA GENESI

Le sue origini risalgono alla fine degli anni ’70 in una cantina di Copenaghen dall’orafo danese, Svend Nielsen. Il primo beads, dal quale prenderà nome il marchio, ricordava le fattezze di un Troll. Costituito da 6 facce e fu prodotta da Soren Nielsen per essere poi venduto dal padre Svend nella sua gioielleria a Copenhagen. I componenti della creativa famiglia Nielsen/Aagaard partecipano ancora oggi nella realizzazione dei beads. Per ampliare la Collezione, fu chiesto l’aiuto a 10 famosi designer, molti dei quali ancora, ogni anno, realizzano dei beads per loro. Man mano la crescita, con oro e perle introdotti come materiali e nuove Chiusure aggiunte, rendendo più semplice inserire i beads, favorendo nuove combinazioni.

MITI E VITA DI TUTTI I GIORNI

Introdotto il primo beads nel 2001, da allora la richiesta è aumentata in maniera vertiginosa. Trollbeads è rappresentato da un insieme di ricercati elementi componibili che permettono di produrre un gioiello personalizzato. Ognuno dei Beads possiede una storia ispirata alle favole, alla mitologia, all’astrologia, alle molteplici culture esistenti al mondo e alla vita quotidiana. Collezione, composta da Bead, bracciali, collane, orecchini ed anelli che raccontano la tua storia.

LISTA DEI DESIDERI

Ogni anno a Natale, si ripropone l’annosa questione: “Cosa regalo a mia madre? E alla mia migliore amica?” Troppo spesso facciamo regali sbagliati, che comprettono rapporti storici. Quest’anno grazie alla nuova lista dei desideri di Trollbeads, fare il regalo giusto sarà facilissimo. Basta collegarsi al sito www.trollbeads.com/listadeidesideri e cercare la lista della persona a cui si vuole fare un regalo e scoprire quali sono i beads tanto desiderati, che ti consentiranno di fare bella figura con un regalo gradito e personalizzato. Agli utenti non resta quindi che creare la propria lista dei desideri, condividendola con amici e parenti!


3 COMMENTS

  1. Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though you relied on the video to make your point. You obviously know what youre talking about, why waste your intelligence on just posting videos to your site when you could be giving us something enlightening to read?