TMD

Nuova era per TMD (Telematics Mobile Diagnostic). E’ la business unit Texa dedicata alla telematica per la gestione da remoto delle flotte aziendali. Una nuova era che pone le sue basi sulla trentennale leadership nel settore garage equipment. Sfrutta appieno le infinite potenzialità della diagnostica multimarca, autentico fiore all’occhiello ed elemento distintivo dell’azienda.

Texa TMD

Un vero e proprio cambio di pelle per affrontare al meglio l’evoluzione del mondo della telematica e dei mercati, che sarà possibile sfruttando le infinite possibilità che oggi possono assicurare l’Artificial Intelligence e la Machine Learning per integrare l’intera piattaforma diagnostica che Texa ha implementato in tutti questi anni. Parliamo di milioni di dati diagnostici che, per la prima volta, saranno completamente al servizio della telematica.

Diagnostic Service Provider

Attraverso questo cambio di passo epocale, TMD dall’essere un importante “telematics service provider” diventerà il primo e unico “Diagnostic Service Provider”, fornendo l’enorme mole di big data in suo possesso sia al mondo del fleet management, del car sharing e delle assicurazioni, sia a tutte le altre realtà del settore che non possiedono Know-how diagnostico o ne possiedono solo una parte. I sistemi TMD quindi saranno per la prima volta in grado di integrarsi con qualunque altra piattaforma telematica. Il modello di business cambierà anche da un altro punto di vista. TMD diventerà un “Super Provider”, in grado di dialogare ed offrire soluzioni avanzate ai cosiddetti “Mass Mobility Provider”, i più grandi operatori nel mondo della mobilità.

Storia

La base di partenza di questo grande cambiamento è già molto solida. TMD, infatti, attualmente gestisce oltre 450.000 connessioni telematiche in Europa, che riguardano principalmente veicoli appartenenti a grandi gruppi del noleggio a lungo termine e delle flotte aziendali. Fino ad oggi la distribuzione del fatturato TMD era suddiviso tra gare pubbliche e private, corporate fleet e grandi noleggiatori. La nuova strategia prevede una decisa diversificazione dei canali e dei mercati di vendita che include, come detto, i Mass Mobility Provider, ma anche i medio e piccoli noleggiatori, le compagnie finanziarie e di brokeraggio assicurativo, i Car Dealers Groups, gli operatori dei Mezzi Movimento Terra, i Car Manufacturer, e le aziende operanti nel segmento dei mezzi da lavoro, le quali possono contare sui device TEXA certificati Industry 4.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *