Tirolo, ospitalità sicura anche quest'inverno
Tirolo, ospitalità sicura anche quest'inverno

Il Coronavirus non ferma il Tirolo. Al fine di garantire un turismo sicuro e serene vacanze agli ospiti quest’inverno, il governo federale austriaco ha già infatti presentato un piano di misure da rispettare presso le strutture turistiche di ricezione e ristorazione tirolesi, del tempo libero, degli impianti sciistici e delle scuole di sci.

Tirolo, stazioni sciistiche

Sulle funivie valgono le stesse regole previste per i trasporti pubblici: sia i passeggeri che i dipendenti hanno l’obbligo di indossare una protezione che copra naso e bocca, anche nei pressi delle aree di attesa e delle casse. Rispettare la distanza di sicurezza di un metro tra le persone è obbligatorio e là dove necessario verrà imposto con limiti di capienza. Tuttavia, se non è assolutamente possibile, possono essere previste eccezioni. L’acquisto dei biglietti online è incentivato presso numerosi impianti di risalita per evitare assembramenti presso le casse alla stazione a valle. La sanificazione delle gondole, degli impianti, delle aree nelle stazioni, inclusi servizi igienici e depositi sci, viene effettuata più volte al giorno mediante nebbia fredda. Inoltre, molti gestori di impianti di risalita hanno deciso di testare regolarmente i propri dipendenti per ridurre al minimo il rischio di infezione e per essere in grado di reagire in tempo utile.

Ristorazione

Negli ambienti comuni al chiuso, tutti, sia dipendenti che ospiti, devono indossare sempre le protezioni per bocca e naso, ad eccezione di quando si è seduti al tavolo. I gruppi di visitatori non devono superare le dieci persone (i minorenni non vengono contati) per garantire una distanza di sicurezza sufficiente tra i gruppi. Inoltre, molte strutture di ristorazione si affidano alla registrazione volontaria degli ospiti per facilitare il tracciamento delle persone in caso di riscontrata infezione. Cibi e bevande possono essere consumati solo seduti al proprio posto assegnato, ciò vale anche per l’area esterna e per i bar après-ski.

Scuole di sci

L’associazione austriaca delle scuole di sci ha disposto che i gruppi devono essere composti da un massimo di dieci persone compreso l’istruttore, e che i maestri di sport invernali provenienti dall’estero, devono presentare alla scuola di sci un test PCR negativo.

Mercatini dell’Avvento e di Natale

I mercatini dell’Avvento e di Natale devono elaborare un piano per la prevenzione e igiene che consenta il rispetto della distanza di sicurezza. Negli stand di ristorazione deve essere garantito uno spazio sufficiente per un consumo sicuro. A tal fine sono previste misure adeguate (ad es. distanza tra gli stand) e una regolazione del numero di visitatori.