Teleios
Teleios

Martedì 22 settembre, presso l’hotel Sheraton di Cernobbio, è stato svelato il simulatore di guida professionale Teleios. A presentare la serata sono stati Matteo Bobbi e Federica Masolin di Sky Sport.

Che cos’è Teleios

Si tratta di un prodotto italiano: è stato creato dal team del pilota comasco Simone Cunati, un punto di riferimento nel mondo dei kart, e testato da Charles Leclerc. Il pilota della Ferrari lo ha ricevuto in dono in una versione customizzata secondo i suoi gusti. In generale, si tratta di un nuovo concetto che rende estrema l’esperienza di guida. A margine dell’evento, per saperne di più abbiamo proprio intervistato Simone Cunati.

Le parole di Simone Cunati

“Teleios è più di un simulatore. La forma richiama quella di un’astronave. Abbiamo cercato di inventare un simulatore 2.0. Nasce prima di tutto per le performance, ma è anche un pezzo di design. Grazie alla personalizzazione della carena e dei materiali può tranquillamente essere messo in salotto, in un concessionario o in un palazzo di e-sports. L’Hydra-one sarà prodotto in una serie limitata di 100 esemplari, personalizzabili al 100%. Non andiamo a rivolgerci solo al mercato dei piloti ma anche a quello dei concessionari e del design. Abbiamo un altro obiettivo: a breve sarà aperto il nostro team di e-sport e una seconda società sempre gestita da noi che andrà a completare quello che stiamo già facendo”.

Caratteristiche

La posizione di guida è stata stata oggetto di lunghi studi da parte del team di sviluppo di Teleios, per massimizzare la performance del pilota. E’ stato sviluppato anche un sistema di movimentazione automatica di pedaliera e volante. Un sistema di ventilazione poi permette al pilota di stare al fresco durante le sessioni di gioco. Un’altro punto fondamentale è la carenatura che oltre ad essere un tocco di classe per il design del simulatore, permette al pilota di immergersi completamente nell’esperienza di guida, senza il rischio di distrarsi con l’ambiente circostante. Curiosità: è già stato battuto il record del mondo su Assetto Corsa Competizione a Monza con la Ferrari 488 GT3.