Skoda
Skoda

I crash test si evolvono ogni giorno per rispettare le nuove norme. Skoda ha quindi deciso di inaugurare un centro all’avanguardia dedicato proprio allo studio di tutto quel che c’è di nuovo in tema di sicurezza. Al suo interno un innovativo sistema di illuminazione a LED insieme alle telecamere ad alta risoluzione permettono di registrare tutti gli impatti con un sensibile risparmio di energia.

Il centro crash test di Skoda

Il nuovo centro è lungo più di 180 metri e ha una superficie doppia rispetto al passato. E’ stata anche introdotta un’area dedicata ai veicoli elettrici, che ovviamente prima non c’era. Un singolo veicolo pesante qui può accelerare fino a 120 km/h. Non manca il cosiddetto “flying floor” che accelera l’auto per simulare impatti laterali contro un palo. Completano infine il quadro il simulatore di cappottamento statico, gli ostacoli fissi o disassati, le barriere per gli impatti posteriori e la possibilità di condurre impatti tra due veicoli con la completa misurazione di tutte le forze in gioco.

Dichiarazioni

Soddisfatto Christian Strube, Membro del Board Skoda per lo Sviluppo Tecnico: “Il nostro nuovo centro permette di condurre e simulare crash test in modo ancora più realistico e completo, offrendoci le basi per un ulteriore incremento della sicurezza passiva dei nostri modelli, tanto a combustione interna quanto elettrici. Nei prossimi anni aumenteremo ulteriormente le potenzialità del centro, che ci permette di accrescere anche in questo campo la nostra responsabilità in seno al gruppo VW”.