sicurezza stradale

Negli ultimi tempi stanno accedendo troppi incidenti stradali e la sicurezza stradale diminuisce drasticamente. Le cause principali sono l’abuso di sostanze alcooliche e/o stupefacenti e l’utilizzo del cellulare durante la guida.

Per ridurre le morti sulle strade e gli incidenti stradali, il Ministro degli Interni Marco Minniti ha deciso di inasprire le pene. Vediamo come.

Sicurezza stradale: controlli, normative e sanzioni

Guida in stato di ebrezza

sicurezza stradale

La legge italiana prevede che il valore limite alcolemico è di 0,5 g/litro. Superato tale limite si è soggetti a sanzioni proporzionali al tasso rilevato al momento della contestazione.

Guida con tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 g/l
– ammenda da 500 a 2000 euro,
– sospensione patente da 3 a 6 mesi.

Guida con tasso alcolemico tra 0,8 e 1,5 g/l
– ammenda da 800 a 3200 euro,
– arresto fino a 6 mesi,
– sospensione patente da 6 mesi ad 1 anno.

Guida con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l
– ammenda da 1500 a 6000 euro,
– arresto da 6 mesi ad un anno,
– sospensione patente da 1 a 2 anni,
– sequestro preventivo del veicolo,
– confisca del veicolo (salvo che appartenga a persona estranea al reato).

Oltre a questo, vengono decurtati 10 punti dalla patente di guida. Se ci si rifiuta di sottoporsi all’alcool test, la pena applicata è quella con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l.

Gli articoli 186 e 186 bis del Codice della Strada regolano le sanzioni per la violazione a seconda della categoria a cui si rientra.

Guida sotto effetto di sostanze stupefacenti

sicurezza stradale

In questo caso l’artico che regola la violazione è il n. 187. Le sanzioni variano dai 1.500 ai 6.000 euro, che possono essere aumentate nel caso che l’infrazione avvenga nella fascia oraria tra le 22.00 e le 07.00. Inoltre c’è l’arresto da 1 a 6 mesi, la sospensione della patente da 1 a 2 anni e la confisca del veicolo (salvo che appartenga a persona estranea al reato). Se l’infrazione viene ripetuta una seconda volta nel successivo triennio, la patente viene revocata.

Guida col cellulare senza gli appositi accessori

Se non si utilizzano auricolari o sistemi viva voce, e si viene fermati dalle Forze dell’Ordine, le sanzioni variano dai 160 ai 646 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente. Se si commette la stessa infrazione nei due anni consecutivi, l’ammenda non cambia, ma la patente viene sospesa da 1 a 3 mesi.

Nei mesi passati si era parlato di inasprire maggiormente le pene per questa infrazione, ma purtroppo è rimasta solo una proposta. Infatti il nuovo disegno di legge proposto prevedeva una multa dai 322 ai 1.294 euro per la prima infrazione e dai 644 ai 2.580 euro per la seconda. Inoltre la decurtazione dei punti passava dai 5 punti per la prima volta e 10 punti la seconda. Anche il periodo di sospensione della patente sarebbe raddoppiata.

Quando ci si mette alla guida della propria automobile, bisogna farlo nelle condizioni ottimali. A parte le sanzioni e le pene a cui si va in contro, bisogna pensare innanzitutto alla vita delle altre persone e alla propria. La sicurezza stradale è importante e bisogna essere consapevoli che la vita è una sola.

La 3° domenica del mese di Novembre è la giornata mondiale in memoria delle vittime della strada. Diamo un senso a tutte queste morti e guidiamo con testa.

Di Luca Talotta

Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *