Sassonia
Sassonia

Grazie alla nomina dei Monti Metalliferi a nuovo sito mondiale patrimonio dell’UNESCO, la Sassonia consolida la sua fama di meta culturale numero 1 in Germania. L’ente di promozione del turismo in Sassonia, Tourismus Marketing Gesellschaft Sachsen mbH, guidato dalla direttrice Veronika Hiebl, vede questo importante riconoscimento come l’opportunità di fare emergere ancora di più la regione dei Monti Metalliferi nel paesaggio culturale della Sassonia a livello internazionale. Ogni anno oltre otto milioni di visitatori dalla Germania e dall’estero scelgono di visitare la Sassonia. Il turismo si concentra principalmente nelle città d’arte, presso le maggiori attrazioni culturali di fama internazionale. Ma anche nelle regioni naturalistiche ricche di monumenti della natura.

I Monti Metalliferi in Sassonia

I Monti Metalliferi, con oltre un milione di visitatori all’anno e oltre tre milioni di pernottamenti, sono una delle regioni turistiche più popolari della Sassonia. Paesaggi idilliaci, valli fluviali uniche e insediamenti pittoreschi sono il risultato di oltre mille anni di attività mineraria nei Monti Metalliferi che ha generato ricchezza e fama. L’estrazione mineraria ha segnato la cultura e l’economia dei Monti Metalliferi e plasmato in modo inconfondibile la sua natura. Ovunque si incontrano testimonianze di questa epoca fiorente. Per scoprirla si possono intraprendere vari itinerari. Lungo le cave e le miniere sotterranee, percorrendo i fiumi che servivano da canali di transito dei materiali oppure sulle colline create dall’attività di deposito o visitando le storiche città minerarie.

Regione

La regione dei Monti Metalliferi è conosciuta anche per le sue tradizioni e per le usanze. Sono profondamente radicate nel tessuto sociale e vissute ancora in modo fortemente autentico. Come ad esempio sono ancora molto sentite nel perido di Natale le parate delle corporazioni dei minatori e il Mettenschichten (un’antica usanza mineraria). Un altro aspetto che rende speciale la regione mineraria dei Monti Metalliferi / Krušnohoří è inoltre la vicinanza dei confini nazionali di Germania e Repubblica Ceca. Scompaiono dalle menti dei visitatori quando le due nazioni si incontrano.

Unesco

La regione “Monti Metalliferi / Krušnohoří” è entrata a far parte del Patrimonio mondiale dell’Umanità per via di 22 componenti di eccezionale valore storico minerario. 17 presenti sul territorio tedesco e cinque su quello ceco. Ogni componente testimonia in modo diverso l’importanza dell’epoca mineraria nelle aree di Sassonia e in Boemia e del loro patrimonio, che solo in Sassonia conta 400 oggetti di valore tra: miniere e sistemi di stoccaggio unici, complessi metallurgici, città minerarie storiche, magnifiche chiese, affascinanti opere d’arte con riferimenti minerari e caratteristici paesaggi tipici dell’industria mineraria. In nessun luogo in Germania si incontrano così tante testimonianze dell’epoca mineraria. Lo straordinario valore universale di questo sito patrimonio dell’umanità risiede nella concentrazione e nell’offerta complessiva di tutti e 22 i componenti.

Numeri

Il titolo del patrimonio mondiale è il più alto onore che un bene culturale possa ricevere. Nel 2019, il Comitato del patrimonio mondiale dell’UNESCO ha ammesso 29 siti nella lista del Patrimonio Mondiale. Attualmente sono 1.121 i siti culturali e naturali registrati in 167 paesi sulla lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO, 46 dei quali sono presenti (anche parzialmente) in Germania. La Sassonia ha ora due siti Patrimonio dell’Umanità: il “Muskauer Park / Park Mużakowski” e i “Monti Metalliferi / Regione Krušnohoří”.