Santo Stefano
Foto: Wikipedia

Trascorso il Natale, non terminano i momenti in cui si può festeggiare. Proprio il giorno successivo, il 26 dicembre, si celebra infatti Santo Stefano, uno dei martiri più importanti della storia.

Santo Stefano: chi è

Santo Stefano è stato il primo dei sette diaconi scelti dalla comunità cristiana per aiutare gli apostoli a diffondere il ministero della fede. E’ stato protomartire, ovvero il primo cristiano ad essere disposto a sacrificare la propria vita per testimoniare la propria fede e diffondere il Vangelo. L’attività svolta da Stefano viene descritta negli Atti degli Apostoli. Il suo martirio è avvenuto per lapidazione, momento a cui ha assistito anche Paolo di Tarso (Saulo) prima della conversione.

L’uccisione di Stefano avvenne nel 33 d.c. con l’accusa di blasfemia.

Santo Stefano: perché si festeggia

Molti riconoscono il giorno di Santo Stefano come un giorno di festa, ma pochi ne conoscono il reale significato. E’ infatti stato lo Stato Italiano, nel 1949, a renderlo un momento festivo, al di là dell’ovvio significato religioso. La scelta è stata piuttosto semplice: è stato ritenuto infatti un modo per estendere le festività natalizie. Una situazione simile a quanto accade a Pasqua, seguita dal cosiddetto lunedì dell’Angelo (conosciuto anche come “Pasquetta”).

Sono in diversi a ritenere il 26 dicembre una giornata da festeggiare. Oltre alla Chiesa cattolica, infatti, anche quella protestante lo ritiene festivo. La Chiesa ortodossa, invece, celebra il 27 dicembre. Santo Stefano viene ricordato, oltre all’Italia, anche in Austria, Germania, Irlanda, Danimarca, Catalogna, Croazia, Serbia, Montenegro (è il patrono) e Romania.

Santo Stefano: la ricorrenza religiosa

La liturgia cristiana festeggia Santo Stefano il 26 dicembre subito dopo il Natale, perché nei giorni seguenti alla nascita del Figlio di Dio, furono posti i “comites Christi “, cioè i più vicini nel suo percorso terreno e primi a renderne testimonianza con il martirio. Il 27 dicembre si celebra invece S. Giovanni Evangelista, il prediletto da Gesù, autore del Vangelo dell’Amore, poi il 28, i seguenti.

Santo Stefano non è ritenuto una festa di precetto.

 

7 COMMENTS

  1. Generally I do not learn post on blogs, however I would like to say that this write-up very pressured me to take a look at and do so! Your writing style has been amazed me. Thank you, quite great article.

  2. Simply wish to say your article is as surprising. The clearness in your publish is simply cool and i could think you are an expert on this subject. Well along with your permission let me to snatch your RSS feed to stay up to date with imminent post. Thanks one million and please carry on the rewarding work.

  3. Good day! I know this is somewhat off topic but I was wondering which blog platform are you using for this site? I’m getting tired of WordPress because I’ve had problems with hackers and I’m looking at options for another platform. I would be great if you could point me in the direction of a good platform.

  4. This is the perfect web site for everyone who really wants to understand this topic. You understand a whole lot its almost hard to argue with you (not that I really would want to…HaHa). You certainly put a brand new spin on a topic that has been discussed for decades. Great stuff, just excellent!