San Valentino
San Valentino

Muu Muzzarella propone un suo particolare menu di San Valentino. Millefoglie di branzino marinato ai fiori di sambuco,mozzarella di bufale e passion fruit. Mischiata di pasta con julienne di calamari,mozzarella a filo e gamberi rossi Sicilia. Filetti di tonno scottato tagliata di Mozzarella di Bufala su marmellata di datterino rosso e tempura di Pannko. Cheese cake a cuore ai frutti di bosco. 1 calice di vino. Acqua. Menu degustazione 80€ a coppia

Muuzzarella a San Valentino

Meno di otto mesi e il format che reinterpreta la mozzarella di Bufala Campana DOP in ogni suo piatto raddoppia a Milano, aprendo il secondo Muuzzarella Restaurant Store lo scorso 1 dicembre in viale Premuda al 46. Il gruppo Muu Muzzarella arriva così a quota sei locali con il secondo store a Milano, dopo il successo riscosso dal locale aperto lo scorso marzo in via Raffaello Sanzio al 24, all’ angolo con via Ravizza: lo chef resident all’ ombra della Madonnina sarà Luca Illiano. Il nuovo nato va ad aggiungersi agli altri store monoprodotto totalmente dedicati alla mozzarella di Bufala DOP sul lungomare in Via Partenope, in zona Chiaja e al Vomero a Napoli, oltre al pop up estivo a Portocervo. Entro la fine del prossimo anno si prevede il tris, con un terzo punto vendita su Milano.

Storia

Il brand nasce sei anni fa grazie all’ intuizione di due giovani imprenditori napoletani. Salvatore Maresca, allora nel campo economico finanziario e Dario Moxedano, agente Fifa. Era il 2013 quando i futuri soci si interrogavano sul perché in Italia e nel mondo la mozzarella di Bufala DOP, seppur così apprezzata, venisse tradizionalmente percepita come antipasto, come ingrediente per la pizza o al massimo in abbinamento ad altre preparazioni. Senza mai acquisire la giusta dignità di piatto tout court.

Dichiarazioni

“Volevamo rivoluzionare l’approccio classico alla mozzarella di Bufala Campana DOP creando un connubio diretto con la dieta mediterranea, ideando piatti creativi dal gusto tipicamente italiano. Con questo nuovo format si vuole superare i confini della classica offerta ristorativa per focalizzarsi su una più complessa esperienza a 360 gradi di Dining Out Experience dal gusto internazionale, con un approccio glocal, usando quindi prodotti prettamente locali ma con un approccio cosmopolita”. Lo racconta Dario Moxedano.