Ford ha svelato al North American International Auto Show, il Salone di Detroit, la nuova generazione della Ford GT, la storica supercar dell’Ovale Blu. La nuova Ford GT ridefinisce i parametri del rapporto tra peso, potenza e prestazioni grazie al più potente EcoBoost di sempre, un V6 3.5 da oltre 600 cavalli e al telaio in carbonio e alluminio. Rappresenta l’espressione più elevata ed esclusiva del DNA sportivo dell’Ovale Blu e porterà a dimensioni globali le prestazioni estreme della tradizione GT. La nuova Ford GT affiancherà la Focus ST, la Focus RS e la Mustang nella gamma di auto globali ad alte prestazioni Ford Performance, ed entrerà in produzione alla fine del prossimo anno per celebrare il 50esimo anniversario della leggendaria 24 Ore di Le Mans del 1966, in cui 3 Ford GT occuparono tutti i gradini del podio per un’epica triplice vittoria.

Ford ha caricato il NAIAS di Detroit di potenza e adrenalina presentando, al fianco della GT, la nuova Mustang Shelby GT 350R e il nuovo F-150 Raptor, versione ad alte prestazioni del celebre pick-up truck americano. La Ford GT, la nuova ‘supercar’ dell’Ovale Blu, sarà una ‘2-posti secchi’ con motore centrale e trazione posteriore in cui ogni elemento, dall’aerodinamica ai materiali, è stato sviluppato per trasformare ogni istante passato a bordo in un’esperienza ad alte prestazioni indimenticabile e avvolgente.

 

Accelerazione, stabilità, maneggevolezza, sicurezza ed efficienza sono elementi che a bordo della GT stabiliscono nuovi punti di riferimento tra le auto sportive, grazie alla riduzione del peso che Ford ha ottenuto avvalendosi di materiali leggeri e ad alta resistenza. La cella dell’abitacolo è interamente realizzata in fibra carbonio, mentre i ‘subframe’ anteriori e posteriori sono realizzati in alluminio e incapsulati all’interno di pannelli strutturali in fibra di carbonio. L’utilizzo di materiali avanzati consentirà alla Ford GT di avere un rapporto tra peso e potenza che le consentirà di rivaleggiare anche con le ‘hypercar’ più estreme. La propulsione sarà affidata a un motore EcoBoost, il più potente EcoBoost di sempre. L’unità sarà un 3.5 V6 di nuova generazione che erogherà più di 600 cavalli grazie al doppio turbo. L’architettura è stata messa a punto da Ford nel mondo delle corse IMSA e nel motorsport in categoria prototipi. Lo stesso propulsore ha ottenuto 3 vittorie, una delle quali conseguita nella prestigiosa 12 ore di Sebring, nonché 7 ulteriori piazzamenti sul podio, nel Campionato IMSA TUDOR United SportsCar 2014. In gara, questo motore ha già percorso circa 35.000 chilometri, durante i quali Ford ha potuto verificare l’incremento di prestazioni garantito da innovazioni come il doppio turbo e la speciale meccanica a basso attrito per il controllo delle valvole. L’EcoBoost V6 3.5 della nuova Ford GT sarà accoppiato a una a trasmissione automatica a doppia frizione e 7 marce, ad azionamento semi-istantaneo.

SHARE
Previous articleLa legge Sirchia funziona, ecco perché
Next articleOblivion, l’emozione di Gardaland

Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi…