Lo splendido Chiostro della Rocchetta, all’interno del Castello Sforzesco di Milano, ha fatto da cornice alla presentazione del Salone dell’auto di Torino 2019. L’evento, come di consueto, si svolgerà all’interno del Parco Valentino ma con una data nuova, dal 19 al 23 giugno: “Così facendo saremo in piena estate e con le scuole chiuse – ricorda il presidente della manifestazione, Andrea Levysperiamo di prendere un po’ meno acqua e di avere ancora più gente, dal momento che le scuole saranno chiuse”.

Scuole chiuse e piena estate, si cambia

Ci si aspetta possa arrivare almeno un 30% di affluenza in più:Riconfermiamo l’ingresso gratuito, in quella che di fatto è una nuova idea di evento. Siamo il primo salone – ricorda ancora il presidente del Salone dell’auto di Torino 2019 – gratuito e aperto fino alle 24; per entrare, infatti, è sufficiente registrarsi sul sito”. L’anno scorso il Parco Valentino fu invaso da 700mila visitatori provenienti da 102 provincie italiane: ora, per questa quinta edizione, si rilancia. E il programma prevede 1.000 supercar protagoniste dei 30 eventi dinamici in programma, oltre a 45 brand espositori tra costruttori e designer.

Salone dell’auto di Torino 2019, le novità

Punta di diamante della 5ª edizione sarà la giornata di mercoledì 19 giugno con il ritorno della Supercar Night Parade, la parata di supercar, prototipi, hypercar, concept car, vetture a guida autonoma e con motori a propulsione elettrica, protagoniste del motorsport e auto classiche che sfileranno in un circuito cittadino che, come la passata edizione, percorrerà le vie e le piazze più belle di Torino con l’aggiunta di un suggestivo passaggio tra le strade della collina torinese: “Sfileranno circa 200/300 vetture di collezionisti privati – precisa ancora Andrea Levy – con interi club svizzeri e tedeschi che hanno già confermato la loro presenza; l’anno scorso fu bello perché le case automobilistiche e i loro presidenti sfilarono, cosa che ripeteremo anche quest’anno”.

Al via anche la mostra fotografica milanese

Contestualmente alla presentazione di Parco Valentino Salone Auto Torino è stata inaugurata la tappa milanese della mostra fotografica Un percorso nella storia delle Case automobilistiche, l’esposizione dei pannelli dedicati al primo e all’ultimo modello di ciascun brand che ne ripercorrono l’evoluzione sia per quanto riguarda gli aspetti tecnologici e di design. Chissà se, quest’anno, ci sarà qualche evento speciale da parte di qualche casa automobilistica: “L’anno scorso Porsche ha festeggiato i suoi 70 anni – ricorda Levy – chissà che magari qualche brand il cui anno di fondazione termina con il nove non possa fare lo stesso”. Indiziate principali Fiat e Citroen, che hanno come data di fondazione rispettivamente il 1899 e il 1919.

Il Festival di Modena non fa paura

Infine una battuta sul neonato Festival di Modena, che per il momento si è inserito in un momento del calendario dove sono presenti già altri eventi: “Noi invece non andiamo a concorrenziale con nessuno – conclude Levy – in quel weekend non c’è altro, l’utente appassionato di auto è quasi costretto. Il nostro, comunque, è un evento completamente diverso da quello di Modena. Il raduno di auto americane? Ci sarà sicuramente. Se parteciperanno Cadillac, Chevrolet e così via? Me lo auguro”.