Salisburgo

Nell’annuale appuntamento con le classifiche Best In Travel pubblicate da Lonely Planet, spicca al vertice delle dieci città da visitare assolutamente nel 2020, la città di Salisburgo. Tra i criteri presi in considerazione da Best in Travel, c’è l’attenzione all’ambiente e la sostenibilità. Non mancano gli eventi speciali e gli anniversari in programma nel 2020 come motivazione principale per fare le valigie e andare alla scoperta della storia, delle tradizioni e dell’offerta turistica del territorio.

Salisburgo nel 2020

Per Salisburgo infatti il 2020 sarà l’anno del centenario del Festival. Da un secolo, il capoluogo del Land salisburghese è il palcoscenico di opere liriche, concerti di musica classica e spettacoli teatrali. L’anno prossimo lo sarà in modo particolare. Mostre ed eventi speciali in tutto il centro storico, spettacoli di prosa, letture e matinée mozartiane. I riflettori sono già puntati sull’amatissimo Jedermann di Hugo von Hofmannsthal. E’ basato su un morality play medievale e messo in scena nella Domplatz di Salisburgo. A esattamente cento anni dalla prima rappresentazione al Salzburger Festspiele del 1920. Un appuntamento che sarebbe diventato tra i più importanti dedicato alla musica e all’opera lirica nel mondo.

Il Festival

Il Festival è stato fondato nel 1920 come progetto di pace volto a riunire i popoli europei dopo gli orrori della guerra. L’edizione 2020 sarà infatti un’occasione per riflettere sulla nascita e sullo sviluppo della kermesse e apre nuove prospettive sul futuro del Festival. Vera chicca della prossima edizione sarà la mostra “Grande Teatro Mondiale” (Graeat World Theatre – The Salzburg Festival Centenary) dal 25 aprile al 31 ottobre presso la Neue Residenz. Un appuntamento frutto della cooperazione tra il Museo di Salisburgo e il Festival di Salisburgo. Offre una retrospettiva sulla storia del Festival in questi cento anni di successi. E’ un festival che non solo funge da motore.

Non solo la città

Scegliendo Salisburgo, e il suo centro storico patrimonio dell’Unesco, come punto di partenza, è possibile esplorare il Salisburghese, land che spicca per i suoi paesaggi mozzafiato e la bellezza della sua varietà naturalistica. A pochi chilometri dal capoluogo infatti, turisti e visitatori possono visitare il villaggio di Werfenweng, autentica perla della Alpi, che rispetta l’ambiente permettendo il transito a solo veicoli elettrici. Qui si promuove la mobilità dolce e il turismo lento con e-bike, mountain bike elettriche e biciclette con pedalata assistita per esplorare il territorio lontano dallo stress in modalità green, immersi nella natura incontaminata. Il villaggio di Werfenweg fa parte di Alpine Pearl. E’ un network che riunisce 23 villaggi in Austria, Italia, Germania, Slovenia e Svizzera. Offrono la possibilità di muoversi senza auto con l’utilizzo dei mezzi pubblici locali. Nel Salisburghese anche il villaggio di Neukirchen am Großvenediger rientra negli Alpine Pearl. Qui turisti e visitatori hanno l’opportunità di esplorare le meraviglie naturalistiche del Parco Nazionale Alti Tauri, respirare aria pura e vivere una vacanza con la coscienza pulita, che rispetta l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *