Skyline di Milano

Non festeggia solo Milano dopo l’indagine del Sole 24 Ore sulla qualità della vita nelle città italiane. Sno infatti state calcolate le performance di crescita nell’arco dei tre decenni di alcune realtà. In particolare, oltre al premio per la provincia vincitrice dell’edizione 2019 assegnato a Milano e ritirato dal sindaco Giuseppe SALA, lunedì sono stati assegnati due premi speciali

Qualità della vita, le vincitrici

È Treviso la provincia italiana che è cresciuta di più nei trent’anni di pubblicazione della Qualità della vita 2019, indagine del Sole 24 Ore che dal 1990 fotografa il benessere nei territori e i loro cambiamenti. Sul podio per crescita nei tre decenni anche Udine, al secondo posto, e Roma, cui spetta la medaglia di bronzo. Se si stringe il focus sul Sud, invece, a brillare è Bari: la provincia del Mezzogiorno che ha messo a segno la crescita maggiore nei 30 anni. Tra le province che, di contro, hanno messo a segno una crescita inferiore ci sono Isernia, Rieti, Enna, Vercelli, Pistoia e Pescara.

Treviso

La provincia di Treviso è salita dalla posizione 43 alla 8 dal 1990 al 2019 nella classifica finale della Qualità della vita del Sole 24 Ore. Nell’arco dei trent’anni il miglior piazzamento è stato l’8° posto, registrato nel 2019. Il peggior risultato, invece, si incontra nel 1993 quando è 70esima. Sebbene nei trent’anni non sia mai stata podio della classifica finale, Treviso ha più volte avuto una posizione sul podio delle sotto-classifiche. Al 1° posto in “Ricchezza e consumi” nel 2011;. Al 2° posto in “Affari e lavoro” e in “Giustizia e sicurezza” nel 2019. Infine al terzo posto in “Affari e lavoro” nel 2005.

Bari

La provincia di Bari è salita dalla posizione 84 alla 67 dal 1990 al 2019 nella classifica finale della Qualità della vita del Sole 24 Ore. Il miglior piazzamento è stato il 67° posto, registrato proprio nel 2019. Il peggior risultato, invece, si incontra nel 2006 quando è arrivata 101esima. A livello di indicatori Bari ha totalizzato alcuni record. Nel 1998 e nel 2002 ha vinto con il più basso indice di mortalità. Nel 2017 è stata prima per per la connessione a internet in banda larga. La provincia è entrata nella top ten solo nel 2019 (10° posto) in Demografia e società.

Il metodo

La performance delle province è stata calcolata considerando i piazzamenti conseguiti dalle diverse province nella classifica finale della Qualità della vita dal 1990 al 2019. Così è stato possibile individuare un “andamento medio” (retta di regressione) che individua la performance del territorio nel corso dei trent’anni. In base a come è inclinato l’andamento, in positivo o in negativo, e a quanto è accentuata la sua inclinazione, è possibile stabilire individuare il campione della crescita, cioè la provincia che è migliorata “mediamente” di più nel corso del tempo, così come quella che invece è peggiorata di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *