Wave-Smart Mobility Event, nuove strade di mobilità tra terra, cielo e mare

Si è tenuta a Roma la terza edizione di WAVE - Smart Mobility Event, l’appuntamento annuale sulla mobilità sostenibile promosso da CORE.

Wave-Smart Mobility Event, nuove strade di mobilità tra terra, cielo e mare

Si è tenuta a Roma la terza edizione di WAVE - Smart Mobility Event, l’appuntamento annuale sulla mobilità sostenibile promosso da CORE.

Si è tenuta la terza edizione di WAVE - Smart Mobility Event, l’appuntamento annuale sulla mobilità sostenibile promosso da CORE (www.corelations.it) presso il Museo dell’Ara Pacis a Roma.  

WAVE - Smart Mobility è il primo progetto di comunicazione integrata dedicato alla mobilità in tutte le sue forme, per conoscere le sfide e costruire insieme le soluzioni e i percorsi di innovazione e sostenibilità che stanno rivoluzionando le abitudini, l’economia e l’industria della mobilità.

L’evento è patrocinato da Commissione Europea - Rappresentanza italiana, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ministero del Turismo, Comune di Roma - Assessorato alla Mobilità; ha ricevuto il supporto contenutistico di The Urban Mobility Council ed è promosso da Axpo, Aeroporti di Roma, Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, Jaguar Land Rover, RideMovi.

Durante l’evento manager, istituzionali, rappresentanti di enti e associazioni si sono confrontati nell’ambito delle verticali: la mobilità italiana, analisi della domanda e nuovi percorsi sostenibili; evoluzione delle aree urbane e nuove forme di mobilità; una roadmap per la decarbonizzazione del trasporto aereo; economia del mare, rotte sostenibili, infrastrutture e intermodalità.

Sono intervenuti: Mario Alovisi, Direttore Marketing Trenitalia; Giulio Balistreri, Responsabile Extrarete Italia Enilive (Eni Sustainable Mobility); Ivan Bassato, Chief Aviation Officer Aeroporti di Roma; Antonio Bufalari, Segretario Generale Assonautica Italiana; Pasquale Ciacciarelli, Assessore all’Urbanistica, politiche abitative, case popolari, politiche del mare Regione Lazio; Luigi Di Marco, Segreteria Generale ASviS; Antonio Errigo, Vicedirettore Generale Alis; Alessandro Felici, CEO & Founder RideMovi; Marco Garbero, General Manager Axpo Energy Solutions Italia; Stefano Genovese, Head of Institutional & Public Affairs Unipol Gruppo e Coordinatore Think Tank The Urban Mobility Council; Rodolfo Giampieri, Presidente Assoporti; Lorenzo Lagorio, Country Manager EasyJet in Italia; Giovanna Laschena, Rettore Centrale coordinamento relazioni internazionali sicurezza e ricerca ENAC; Giada Maio, Responsabile Ufficio energia, qualità dell’aria, mobilità sostenibile e trasporto pubblico locale ANCI; Vittorio Morace, Vicepresidente Gruppo Giovani Armatori Confitarma; Eugenio Patanè, Assessore alla Mobilità Comune di Roma; Massimo Pronio, Responsabile Comunicazione della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea; Gianni Rosa, Vicepresidente Commissione ambiente, transizione ecologica, energia, lavori pubblici, comunicazioni, innovazione tecnologica Senato della Repubblica; Marco Santucci, Amministratore Delegato Jaguar Land Rover Italia; Francesco Tomas, Capitano di Vascello, Capo reparto ambientale e marino Comando Generale Capitaneria di Porto Guardia Costiera.

Mario Alovisi, Direttore Marketing Trenitalia, spiega: “Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane vuole realizzare un ecosistema di mobilità sostenibile e logistica integrata che possa contare su infrastrutture interconnesse e resilienti. La sostenibilità è al centro dei valori aziendali. Costituisce la bussola che indica la direzione per affrontare le sfide del futuro. Prime tra tutte quelle legate al cambiamento climatico e alla transizione energetica. Oltre alla progettazione di convogli sempre più ecologici, il Polo Passeggeri del Gruppo FS punta sulla creazione di una proposta di business multimodale il cui vantaggio è quello di sfruttare i pregi delle varie modalità, per avere un trasporto integrato, economico, affidabile e sostenibile. L’offerta mira ad essere sempre più personalizzata e attenta alle esigenze dei singoli passeggeri secondo i principi di sostenibilità ambientale, sociale e di governance.”

Ivan Bassato, Chief Aviation Officer Aeroporti di Roma: “La decarbonizzazione passa da una mobilità sostenibile. Proprio per questo Aeroporti di Roma ha deciso di investire in due iniziative fondamentali per la crescita del nostro Paese e del settore: il Patto per la Decarbonizzazione del Trasporto Aereo,  patrocinata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ed ENAC, e l’Advanced Air Mobility, col lo scopo di costruire i primi vertiporti in Italia, strategici per il futuro del trasporto sia di persone sia a fini medici e di soccorso.”

Pasquale Ciacciarelli, Assessore all’Urbanistica, politiche abitative, case popolari, politiche del mare Regione Lazio, dichiara: “Uno degli obiettivi principali del governo regionale del Lazio, in sintonia con il governo nazionale, è rappresentato dallo sviluppo della produzione e utilizzo di fonti di energia alternativa e rinnovabili. Uno dei principali dossier pervenuti durante i primi mesi di governo ha infatti evidenziato che circa il 95% della produzione di energia rinnovabile nella Regione Lazio proviene dalla Provincia di Viterbo. Da tale dato è emersa l’esigenza di avviare un lavoro propedeutico a rendere la produzione di energia rinnovabile omogenea sul territorio regionale, attraverso la redazione di un Piano Regolatore Energetico Regionale che tenga conto delle caratteristiche e i bisogni di tutela dei singoli territori. Lo sviluppo di energie rinnovabili costituisce un paradigma fondante anche nelle materie di Politiche Abitative, attraverso nuove progettualità in tal senso e di Politiche del Mare, come dimostrato dalle progettualità che stiamo mettendo in campo per giungere alla elettrificazione delle banchine sia dei principali porti del Lazio che degli approdi turistici.”

Alessandro Felici, CEO & Founder RideMovi: “L’integrazione tra TPL e mobilità condivisa ha il potenziale di rilanciare il servizio TPL e riposizionare l’Italia da fanalino di coda europeo del trasporto pubblico a Paese all’avanguardia. Il concetto alla base è molto semplice: il TPL funziona bene negli orari di punta quando bisogna spostare grandi masse; quando il tasso di carico dei passeggeri supera il 50% il TPL è economicamente sostenibile ed efficace, quando i mezzi sono vuoti diventa molto inefficiente e l’inefficienza impatta pesantemente sul conto economico e impedisce lo sviluppo di un servizio capillare. La micromobilità è il servizio complementare ideale al TPL. L’efficienza dei mezzi a due ruote permette una distribuzione capillare della flotta sul territorio sempre disponibile all’uso. Tuttavia, la stessa micromobilità mostra dei limiti quando bisogna spostare tanti utenti concentrati perché ogni persona ha bisogno di un mezzo. L’integrazione tra TPL e micromobilità permetterebbe di non sovrapporre i due servizi ma concentrarli dove fanno meglio: raddoppio delle corse TPL negli orari di punta e taglio delle corse inefficienti che potrebbero essere sostituite con la micromobilità. Questo scenario, oltre a migliorare il livello di servizio sempre disponibile e coerente con la domanda, avrebbe un impatto molto positivo sui conti pubblici eliminando le inefficienze del TPL e permettendo maggiori investimenti in infrastrutture e mezzi.”

Marco Garbero, General Manager Axpo Energy Solutions Italia spiega: “La mobilità delle città ha sempre più bisogno di progetti che possano conciliare le necessità di spostamento di persone e merci con la sostenibilità del trasporto pubblico. Smart mobility e mobilità green non possono limitarsi all’utilizzo privato, ma caratterizzare la trasformazione dell'intero sistema di trasporto urbano. In quest'ottica, con Ladurner Ambiente, abbiamo creato Transphorma, una new company nata per offrire alle Pubbliche Amministrazioni l’accesso a progetti di mobilità sostenibile in ottica di economia circolare integrandoli nel sistema di servizi essenziali destinati a cittadini e collettività.”

Stefano Genovese, Head of Institutional & Public Affairs Unipol Gruppo e Coordinatore Think Tank The Urban Mobility Council, sottolinea come “le opportunità generate dall’economia dei dati hanno aperto nuove prospettive nell’ambito della mobilità con benefici indiscutibili per i singoli e la collettività. Solo un approccio decisionale non ideologico, ma basato sull’analisi oggettiva dei dati potrà consentire, tanto ai decisori pubblici europei, nazionali e locali quanto ai privati cittadini, di fare le scelte più efficienti ed economiche per adottare una transizione nella mobilità che sia a misura di ciascuno e, proprio per questo, accettata da tutti.”

Marco Santucci, Amministratore Delegato Jaguar Land Rover Italia, ha dichiarato: “Per come è fatta l’Italia non ci si stupisce che l’auto sia il mezzo di spostamento più usato. Il motore a benzina ha infatti un’efficienza energetica di circa il 30%, il diesel ne ha una leggermente superiore con circa il 40%. Torno a una metafora che ho usato spesso: quando utilizziamo una macchina diesel o benzina è come se buttassimo dalla finestra i tre quarti di quello che prepariamo da mangiare ogni giorno.”

WAVE è un progetto di comunicazione corporate nel settore della mobilità. Si tratta di una piattaforma omnicanale e multi-stakeholder che comprende una rivista trimestrale, una costante comunicazione digitale sui canali social, delle tavole rotonde di presentazione delle riviste e un evento annuale, quest’anno giunto alla terza edizione. Si tratta di un progetto ampio dedicato alla mobilità del futuro che coinvolge il mondo dell’automotive, dell’energia, delle infrastrutture e dei trasporti, promosso da CORE, società specializzata nell’attività di relazioni pubbliche ed istituzionali” ha spiegato il CEO di CORE Pierangelo Fabiano.

Ha moderato l’evento Lavinia Spingardi, giornalista SkyTg24.