Pulsee Luce e Gas nel futuro dell'energia con le famiglie italiane

Pulsee Luce e Gas, il brand digitale di Axpo Italia, ha organizzato un evento di formazione e aggiornamento.

Pulsee Luce e Gas nel futuro dell'energia con le famiglie italiane

Pulsee Luce e Gas, il brand digitale di Axpo Italia, ha organizzato un evento di formazione e aggiornamento.

Comprendere il futuro dell'energia richiede la capacità di interpretare i cambiamenti, accedere alle ultime novità e possedere gli strumenti necessari per affrontare in modo trasparente e chiaro l'energia domestica. In vista della fine del mercato tutelato e della completa liberalizzazione dell'energia domestica, Pulsee Luce e Gas, il brand digitale di Axpo Italia, ha organizzato un evento di formazione e aggiornamento. L'obiettivo dell'evento non è solo presentare la campagna di comunicazione sulla fine del mercato tutelato, ma anche analizzare l'attuale contesto e il livello di consapevolezza dei cittadini italiani. Un'indagine condotta da NielsenIQ su un campione rappresentativo della popolazione italiana, commissionata proprio da Pulsee, ha evidenziato che una larga percentuale di cittadini dichiara di sentirsi impreparata riguardo alla differenza tra mercato tutelato e mercato libero, nonché riguardo alle terminologie tecniche necessarie per comprendere la bolletta.

Il nostro paese necessita di un serio ripensamento riguardo alla cultura energetica. Un dato allarmante mostra che ben uno su quattro degli italiani non conosce la differenza tra il mercato libero e quello tutelato. Questa percentuale cresce al 54,1% nella fascia d'età tra i 18 e i 25 anni. Sorprendentemente, gli over 65 si rivelano i più preparati con una percentuale del 14,6%. Solo il 44,6% degli intervistati è consapevole della differenza. Tra le fonti di informazione principali, troviamo la piattaforma web, la televisione, il passaparola tra amici, familiari e colleghi e i quotidiani di informazione. Il cambiamento che si sta verificando causa l'ansia nel 33% degli intervistati. Molte persone (il 45,8%) stanno pensando di cambiare le loro utenze, passando a un operatore del mercato libero, prima del termine del mercato tutelato. È un momento di riflessione necessaria.

L'iniziativa "Il Futuro dell'Energia" si è impegnata a posizionare Pulsee Luce e Gas come punto di riferimento sul tema, in un periodo in cui i consumatori sono preoccupati e incerti. Oltre al management di Pulsee e Axpo Italia e ai professionisti dell'azienda specializzati nell'andamento dei mercati internazionali e sui prodotti per i consumatori domestici, ci sono stati relatori esterni ed esperti del settore che hanno contribuito al dibattito. Tra questi Carlo Stagnaro, direttore ricerche e studi dell'Istituto Bruno Leoni e componente del Comitato Scientifico della Rivista Energia e Alessandro Marangoni, CEO di Althesys, economista aziendale specializzato in strategia e finanza nei settori energetici e ambientali sia a livello accademico che professionale.

La fine del mercato tutelato, inizialmente prevista per giugno 2015 e più volte rimandata, è ora fissata al 1° gennaio 2024. Pertanto, diventa essenziale che le aziende mettano a disposizione dei consumatori la loro conoscenza del settore e le informazioni necessarie per scegliere un operatore sul mercato libero. In una prospettiva di maggiore chiarezza, è essenziale approfondire e semplificare le componenti rilevanti della nostra bolletta energetica. La recente ricerca di NielsenIQ ha delineato il contesto attuale su questo specifico tema. Risulta che gli italiani prestano particolare attenzione non solo all'importo totale, ma anche al riepilogo dei consumi (55,7% degli intervistati), ai dati della fattura (49,8%), al sunto delle spese imponibili e delle imposte (45,6%), al riepilogo delle letture del contatore (40,6%) e allo storico dei consumi dell'ultimo anno (39,6%). In virtù delle volatilità dei prezzi dell'energia registrate negli ultimi due anni, è positivo notare come gli italiani siano più consapevoli dell'importanza di alcune voci di spesa presenti in bolletta. Ad esempio, il costo dell'energia è ben noto (56,3% degli intervistati), così come il costo del suo trasporto (55,5%), della gestione del contatore (52,6%) e degli oneri di sistema (50,5%). Tra i termini maggiormente noti, spicca il POD (44,7%), mentre voci di spesa altrettanto importanti come la differenza tra potenza contrattualmente impegnata e disponibile (39,8%), il costo di dispacciamento (29,3%) e il PUN (21.9%) risultano ancora poco conosciute.

Pulsee Luce e Gas ha deciso di presentare una breve guida per rispondere alle esigenze di chiarezza e semplificazione nell'ambito dell'iniziativa di education. Questa guida, chiamata Energipedia, fornisce utili spunti per capire come leggere una bolletta, fornendo un glossario semplificato di termini che possono sembrare indecifrabili ma che caratterizzano il mercato dell'energia. Disponibile da oggi sul sito www.pulsee.it e affiancato a un video tutorial della campagna di comunicazione del marchio, Energipedia racconta anche le differenze tra mercato libero e tutelato e affronta temi come le CER (Comunità Energetiche Rinnovabili) e gli AUC (Gruppi di Autoconsumo Collettivo) che potrebbero rappresentare nuove opportunità per l'energia domestica in ottica di sostenibilità e transizione. Questi contenuti, ideati e sviluppati da Pulsee Luce e Gas, si uniscono ai servizi già offerti dall'azienda per offrire prodotti adatti agli stili di vita e ai consumi consapevoli ai propri clienti. Pulsee Luce Limit.e, il prodotto introdotto in Italia, a prezzo indicizzato che blocca con un tetto massimo il costo dell'energia, mette al riparo le famiglie dalle oscillazioni dei prezzi. Una scelta attenta e mirata a fornire sempre il meglio ai propri clienti.

La nascita di Axpo Italia, avvenuta quasi 25 anni fa, è strettamente legata alla liberalizzazione del mercato energetico. Questo è ciò che afferma Simone Demarchi, Amministratore Delegato di Axpo Italia, che ogni anno continua a confermare e migliorare le performance dell'azienda. La liberalizzazione rappresenta un valore di competitività per le aziende e offre un potenziale vantaggio per tutti i consumatori, per questo siamo fermamente convinti del suo valore. Siamo consapevoli che in momenti come questo, dove l'energia sta attraversando un periodo complesso, un cambiamento improvviso può generare incertezze e insicurezze. Proprio per questo vogliamo dimostrare di essere vicini ai nostri clienti, fornendo risposte e strumenti in grado di risolvere le possibili difficoltà e gli interrogativi che sorgono con il cambiamento. La nostra ambizione è di essere protagonisti nel migliorare la cultura energetica del nostro Paese, un impegno che ci porta a continuare a coltivare questa sfida con passione e determinazione.

Alicia Lubrani, Chief Marketing Officer & Country Corporate Communication Director di Axpo Italia, ha espresso la sua opinione a riguardo: "Come operatore per le utenze domestiche e brand di una realtà solida e strutturata come Axpo Italia, quarto operatore nel mercato libero dell'energia del Paese, siamo consapevoli del nostro ruolo e dell'importanza di fare educazione non solo verso i consumatori, ma anche verso tutti gli stakeholder. In vista di questo momento di riflessione, abbiamo stimato necessario stabilire un punto di partenza attraverso una ricerca. Grazie ad essa, abbiamo creato una campagna di comunicazione che si propone di spiegare e di diventare un interlocutore privilegiato per le famiglie italiane. Siamo nati con l'obiettivo di semplificare il rapporto tra le persone e l'energia domestica, e intendiamo continuare a sviluppare servizi in grado di accompagnarle in tutti i momenti della loro vita, oltre che in quelli propri del nostro settore. In questo modo, anche grazie a Pulsee, saremo in grado di affrontare ogni esigenza nel modo migliore e con la giusta energia".

Pulsee è fortemente convinta che la "cultura" del Cambiamento debba essere alimentata anche attraverso l'arte. Per questo motivo, in concomitanza con l'iniziativa "Il Futuro dell'Energia", ha portato a Milano, presso il Museo del Novecento, l'esposizione La forma delle parole. Tale esposizione, curata da Micol Forti e declinazione artistica del progetto Parola ai Giovani, ha l'obiettivo di sensibilizzare il pubblico sulla questione attraverso l'arte. La mostra mette in scena un'originale conversazione tra dieci maestri dell'arte contemporanea - tra cui Maurizio Cattelan, Mario Ceroli ed Emilio Isgrò - e le aspirazioni delle nuove generazioni, che chiedono con forza cambiamenti e trasformazioni. Attraverso opere e testimonianze, l'esposizione esplora questo dinamico scambio di idee. Non perdete l'opportunità di visitare la mostra, aperta fino a domenica 26 novembre.