“Malgrado il lieve calo di giugno, non si intravedono assolutamente cali strutturali della domanda. Anzi, il confronto con gli scorsi anni, che hanno segnato molto spesso aumenti a doppia cifra, ci permette di considerare consistente, fisiologico e tutt’altro che scontato l’andamento positivo del primo semestre 2024. È un segnale incoraggiante, perché ogni indicatore ci conferma che nel mercato permane un solido desiderio di due ruote, sia per il commuting e la mobilità urbana, che per quegli ambiti vivissimi più legati allo sport, al turismo e alla passione”. È quanto ha dichiarato Mariano Roman, commentando i dati delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Entrando nel vivo dei dati, emerge quindi un lieve calo del mercato dopo due mesi di crescita: a giugno si registrano, infatti, 41.597 veicoli venduti pari a una flessione del 2,96%. Più in affanno risulta il settore degli scooter, che immette sul mercato 21.972 unità e perde 6,86 punti percentuali (anche per effetto del confronto con un giugno 2023 segnato da una crescita a doppia cifra), mentre è positivo l'andamento delle moto, con 17.431 veicoli targati e una crescita del 2,8% rispetto allo stesso mese del 2023. Infine, quarto mese consecutivo di mercato negativo per i ciclomotori che chiudono giugno con 2.194 unità e una flessione del 5,39%.

Il primo semestre dell'anno chiude con un buon risultato, segnando una crescita del 5,53% sullo stesso periodo del 2023 e 213.126 unità messe in strada. Crescita superiore alla media per le moto che immatricolano 96.411 veicoli e aumentano i volumi  del 7,75%. In linea gli scooter, con 107.463 unità vendute e un incremento del 4,87%, mentre continua il periodo di difficoltà dei ciclomotori, che perdono il 7,54% e mettono in strada 9.252 veicoli.

Ancora in affanno il mercato elettrico, sia sul mese (-18,12% e 1.315 unità vendute) sia sul semestre (-26,04% e 5.358 unità). In netta controtendenza invece il settore dei quadricicli elettrici, che nel primo semestre del 2024 registrano una crescita del 58,12% pari a 6.325 unità vendute, confermando il primato tra i veicoli a zero emissioni.

Complessivamente registrano 9.509 unità nel primo semestre 2024, pari a una crescita del 38,7%. Significativa la performance delle minicar a motorizzazione termica, che fanno registrare un incremento dell'11,50% e 3.162 veicoli messi in strada.