Fresco vincitore del Premio Tenco per la prolifica carriera artistica, a distanza di un anno dall’ultimo singolo “L'America (Canzone per Chico Forti)”, Enrico Ruggeri torna con il nuovo brano “LA RIVOLUZIONE” (Anyway Music) in radio e in digitale da venerdì 7 gennaio!

La Rivoluzione” anticipa l’omonimo album di inediti, in uscita nel 2022, sul quale Ruggeri sta lavorando da ormai due anni.

Enrico Ruggeri, arriva il nuovo album di inediti

Un disco che si preannuncia ricco di riflessioni e suggestioni esaltate dal suo inconfondibile timbro vocale e dalla cura del suono in fase di registrazione. A partire proprio dal singolo “La Rivoluzione”, manifesto di una generazione che è il risultato delle esperienze che ha vissuto, delle storie d’amore consumate, dei libri letti, delle preghiere pronunciate senza sapere a chi rivolgerle. Una generazione che ha combattuto ma che non ha mai vinto veramente.  

Co-autore del brano è Massimo Bigi, novello cantautore a 60 anni, che è stato per molti concerti, a partire dal 1995, il tour manager di Enrico Ruggeri.

La carriera di Enrico Ruggeri

In oltre 40 anni di carriera Enrico Ruggeri ha scritto pezzi di storia della musica italiana, per se stesso, per i Decibel e per altri grandi artisti. Affonda le sue radici nel punk, in bilico tra rock e synth pop senza mai rinunciare alla melodia. Al cantautorato affianca l’attività di scrittore (il suo ultimo romanzo è “Un gioco da ragazzi” per La Nave di Teseo), conduttore televisivo e radiofonico ed è il Presidente della Nazionale Cantanti.

I concerti previsti nel 2022

Tornerà in concerto il prossimo anno con “La rivoluzione – il tour”. Queste le prime date:

  • 2 aprile al Teatro San Domenico di CREMA

  • 9 aprile al Teatro Nazionale di MILANO

  • 21 aprile al Teatro Ambasciatori di CATANIA

  • 26 aprile al Teatro Olimpico di ROMA

I biglietti saranno disponibili sul circuito Ticketone (www.ticketone.it/artist/enrico-ruggeri).

E su TikTok apre alla storia del rock

Enrico Ruggeri ha da poco aperto il canale TikTok dove ripercorre la storia del rock, dei suoi personaggi e delle grandi opere, condensando in pochi minuti le lezioni tenute al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, nel periodo in cui ha avuto una Cattedra.