Porsche Destination Charging
Porsche Destination Charging

Porsche si sta dando davvero da fare per offrire il miglior servizio di ricarica ai proprietari di vetture elettriche e ibride plug-in della gamma. stazioni di ricarica. Il programma Porsche Destinatin Charging è solo la punta di diamante di tute le soluzioni previste.

I vantaggi per i clienti Porsche

Intanto tutte le concessionarie Porsche Italia sono dotate di stazioni di ricarica in corrente continua da 50 kW a 350 kW. Per fare un esempio con i Turbo Charger da 350kW in condizioni ottimali la nuova Taycan si ricarica per un’autonomia di circa 100 km (WLTP) in appena 5 minuti. In viaggio i possessori di questa auto possono contare su tre anni di accesso gratuito alle infrastrutture di ricarica ultra rapida del partner IONITY. Per la casa infine è stato siglato un accordo di partnership con Alpiq E-Mobility che permetterà ai clienti di non dover cambiare fornitore di energia. Avranno un contatore dedicato da 11kW ad una tariffa flat di 100 euro al mese.

Il Porsche Destination Charging

Ma veniamo al vero e proprio programma Porsche Destination Charging, a cui hanno già aderito 147 strutture per l’elettrificazione del territorio. Tanti sono infatti alberghi, ristoranti, wellness e sport club, marine dove i possessori di una Taycan o di modelli Porsche con trazione ibrida plug-in possono effettuare la ricarica del veicolo gratuitamente. In generale questo programma revede un totale di 1.035 punti di ricarica in corrente alternata distribuiti in circa 20 Paesi. Entro il 2020 saranno installate altre 900 colonnine.

Dichiarazioni

Pietro Innocenti, Amministratore Delegato di Porsche Italia è soddisfatto di questo progetto. “Attraverso il programma ‘Porsche Destination Charging’ stiamo inserendo nella nostra rete di punti di ricarica destinazioni di particolare interesse, ribadendo al contempo la nostra intenzione di affermarci come attivi promotori dell’espansione della mobilità elettrica. Entro la fine del 2020 puntiamo ad avere più di 200 punti di ricarica. Siamo coscienti che la ricarica sia un tema importante per chi acquista una vettura elettrica, soprattutto in Italia. Purtroppo il nostro Paese sconta un ritardo in termini di infrastrutture che impatta sicuramente sulle tempistiche di diffusione della mobilità elettrica su larga scala. In Porsche Italia stiamo lavorando per ampliare ulteriormente le possibilità di ricarica per i nostri clienti e, più in generale, per promuovere la diffusione della mobilità elettrica sul nostro territorio valutando nuove soluzioni in grado di soddisfare l’esigenza primaria dei nostri clienti: quella di viaggiare e godersi l’emozione della guida delle nostre vetture in tranquillità e senza pensieri”.