La Porsche Cayenne Turbo, sempre più sportiva e connessa è arrivata alla III° generazione. Motore più performante, aerodinamica attiva ed un impianto frenante ad alte prestazioni, sono le armi che utilizza per combattere la concorrenza.

Porsche Cayenne Turbo: prestazioni al top di categoria

Ricco di novità lo stand al salone internazionale dell’auto di Francoforte. Infatti, dopo aver presentato la 911 GT3 con pacchetto Touring, è la volta del Cayenne Turbo.

Sempre più sportivo e dinamico il SUV Porsche. Che fosse già ispirato alle prestazioni pure, lo avevamo già intuito con le versioni precedenti. Ma ora con la versione 2018, Porsche intende innalzare ulteriormente il livello delle prestazioni e con la nuova Cayenne Turbo ci è riuscita.

Equipaggiata con un motore V8 4.0 litri biturbo da 550 cv e 770 Nm di coppia, accelera da 0 a 100 Km/h in 4,1 secondi e raggiunge una velocità massima di 286 Km/h. Se si vuole qualcosa di più, si può attingere dal catalogo Porsche, ed acquistarla con il pacchetto Sport Chrono. In questa configurazione la Cayenne copre gli 0-100 Km/h in 3,9 secondi. In abbinamento c’è il nuovo cambio Tiptronic S a 8 rapporti. Esso converte la potenza in accelerazione e velocità tramite la trazione integrale attiva Porsche Traction Management.

Per ottenere i migliori risultati, i tecnici hanno optato per il Central Turbo Layout, cioè posizionare i 2 turbocompressori tra le bancate a V dei cilindri. Questa soluzione, tipica dei propulsori di ultima generazione, garantisce ottimi risultati. Infatti posizionandoli al centro, l’erogazione della potenza è immediata. Il ridotto spazio fra la camera di scoppio e i 2 turbocompressori, consente di aumentare notevolmente la risposta del motore. Inoltre questa configurazione, permette di contenere gli ingombri del motore e di posizionarlo in una posizione più bassa. Questo si traduce in un baricentro più basso, consentendo così di percorrere le curve con maggiore precisione.

Porsche Cayenne Turbo: telaio attivo e sospensioni pneumatiche

Nell’ottimizzazione anche il telaio è stato riprogettato. I tecnici si sono focalizzati sull’idea che questa vettura debba dare il meglio di se stessa su qualsiasi tipo di strada. Così facendo sono riusciti ad ottenere la precisione di un’auto sportiva, il confort di una berlina e la versatilità di un fuoristrada. Per ottenere questo risultato, tra le molteplici modifiche apportate, sono state impiegate sospensioni pneumatiche a tripla camera e pneumatici misti.

A questo sistema di sospensioni è stato abbinato il sistema di ammortizzatori attivi PASM, che migliora ulteriormente le performance dell’auto. Invece per ottenere la precisione di guida paragonabile ad una vettura sportiva, si è deciso di utilizzare pneumatici con dimensioni differenti fra avantreno e retrotreno. All’anteriore troviamo pneumatici nella misura di 285/40, mentre al posteriore nella misura 315/35.

A seconda della selezione del tracciato da affrontare, è possibile settare la Cayenne Turbo nel migliore dei modi. Infatti il telaio attivo è in grado di rilevare le diverse tarature delle molle.

Per migliorare ulteriormente il comportamento dinamico, a richiesta, è possibile richiedere l’asse posteriore sterzante, il sistema elettronico di stabilizzazione del rollio “Porsche Dynamic Chassis Control” e il sistema di ripartizione della coppia “Porsche Torque Vectoring Plus”.

Porsche Cayenne Turbo: spoiler attivo e freni ad alte prestazioni

Spoiler attivo

Il SUV Porsche è il primo ad adottare uno spoiler attivo. Esso può ottimizzare l’efficienza di alimentazione, aumentare la deportanza sull’asse posteriore e in posizione di freno aerodinamico ridurre lo spazio di frenata, fino a 2 metri in caso di frenata piena ad una velocità di 250 Km/h.

Questo sistema si integra all’impianto freni Porsche Surface Coated Brake, di serie sulla Cayenne Turbo. I dischi freno sono rivestiti di carburo-tungsteno e assicurano spazi di frenata molto ridotti. In opzione, è possibile richiedere i freni carboceramici Porsche Ceramic Composite Brake, che sono il top di gamma.

PSCB e PCCB

Porsche Cayenne Turbo: design rinnovato

Molto bello e dinamico il design della carrozzeria. In particolar modo la linea dei proiettori a LED anteriori, inconfondibile rispetto alle altre versione, per la presenza di una doppia fila di diodi luminosi.

Altro elemento specificatamente disegnato per la Porsche Cayenne Turbo, sono i cerchi in lega da 21″. Inseriti in passaruota maggiorati, conferiscono alla vettura una dinamicità e una imponenza notevole. Al posteriore, quello che più colpisce sono i doppi terminali di scarico tipici delle versioni Turbo.

Anche gli interni sono stati soggetto di aggiornamento. L’abitacolo che riprende la versalità della carrozzeria è all’insegna della sportività e del comfort. Il grande display al centro della plancia, attraverso il touch screen full HD del Porsche Advanced Cockpit, garantisce la gestione delle varie funzioni. Fra queste, l’impianto audio Bose.

La Cayenne Turbo, offre agli occupanti, sedili ispirati alla Porsche 911. Completamente regolabili e riscaldabili, offrono il massimo del comfort. Anche il volante, progettato appositamente per questo SUV, è di tipo sportivo.

La nuova Cayenne Turbo è ordinabile da subito e le prime consegne dovrebbero essere fatte entro la fine del 2017. Per portarsi a casa il top di gamma dei SUV Porsche, ci vogliono 143.666 euro.

Certo, la cifra è notevole, ma ogni centesimo di euro speso per questa auto, è speso bene.