Peccenini.Misano2020, foto Marco Pieri
Peccenini.Misano2020, foto Marco Pieri

Peccenini esordio nell’endurance a Digione. Dopo dieci anni in monoposto, il pilota milanese affronta il suo primo weekend di gara al volante di un Le Mans Prototype. Si tratta della Duqueine-Nissan da 460 cavalli del team lombardo TS Corse. “Potenziale alto, l’obiettivo è imparare in fretta, andiamo in Francia per concretizzare fin da subito”, le prime parole di Pietro Peccenini.

Esordio dopo un test in luglio al Misano World Circuit

Dopo un test svolto lo scorso luglio al Misano World Circuit prende il via la rivoluzione sportiva di Pietro Peccenini. Il pilota milanese, classe ’73, esordirà in gara nel mondo dell’endurance. Lo farà guidando un prototipo gestito dal team TS Corse. Confermando l’impegno per l’intero campionato, Peccenini esordirà il 6 settembre sul circuito di Digione affronta il primo round del Challenge Proto dell’Ultimate Cup Series. Il campionato internazionale dove lo scorso anno si impose nel Challenge Monoposto vincendo il Trofeo Gentelmen Drivers su Formula Renault 2.0.

Per la prima volta una corsa di 4 ore

Nel fine settimana sui 3801 metri del circuito francese, il portacolori della scuderia lombarda diretta da Stefano Turchetto inaugurerà la stagione 2020. Per la prima volta si schiererà al via di una corsa di 4 ore. Percorso durante cui si alternerà sul prototipo con Hugo Carini, giovane driver già conoscitore della categoria LMP3. Il programma dell’Ultimate Cup a Digione prevede per il Challenge Proto due sessioni di libere di un’ora venerdì, un’ulteriore ora e mezza sabato mattina e le qualifiche nel pomeriggio a partire dalle 16.20. La gara, sulla distanza di 4 ore, prende il via domenica 6 settembre alle 9.20.

Peccenini: “A Digione per concretizzare subito”

“Dopo il test mi sono allenato per tutto agosto. Sono in forma e pronto alla nuova sfida. Ho anche un gran desiderio di tornare in pista dopo dieci mesi dall’ultima gara. A Misano sulla Lmp3 con kit 2020 mi sono trovato bene. Devo però affinare diversi aspetti e abituarmi alla guida. Approfitteremo al massimo delle sessioni pre-gara. Sono tranquillo, in squadra è come essere in famiglia e ho conosciuto il mio compagno di equipaggio. Avrò tre giorni per capire tutto. Per ora ci risparmiamo solo la guida notturna. In ogni caso l’obiettivo è imparare in fretta e andiamo a Digione per concretizzare fin da subito”, afferma Peccenini in vista dell’esordio nell’endurance e con la Duqueine D08.