A Valeggio sul Mincio, in provincia di Verona, si trova il Parco Sigurtà, uno dei più incantevoli d’Italia. Antiche le origini, attira centinaia di migliaia di visitatori da tutto il mondo.

"<yoastmark

La storia del Parco Sigurtà

L’antica storia del parco risale al 14 maggio 1407, durante la dominazione veneziana, acquistata dal patrizio Gerolamo Nicolò Contarini. Passò poi alla famiglia Guarienti che ne rimase proprietaria per ben 190 anni, fino al 1626. Durante questo periodo si mantenne la struttura agricola, ma lo spazio dedicato al giardino iniziò ad ingrandirsi. Nel 1626 l’intera proprietà di Valeggio sul Mincio andò alla stirps Maffea, che ne restò in possesso fino al 1836. Il Conte Canonico Antonio fece costruire nel 1693, al posto dell’antica “Domus Magna”, una nobile e maestosa dimora. Il Marchese Antonio decise di trasformare i 22 ettari della proprietà in un giardino romantico all’inglese. Dopo anni di lustro, il Parco, che ospitò anche gli imperatori Francesco Giuseppe I d’Austria e Napoleone III di Francia, cadde in declino, sotto la famiglia Nuvoloni. Nella primavera ’41 il Dottor Giuseppe Carlo Sigurtà acquistò infatti da Maria Paulon il terreno, intraprese la grandiosa opera di riqualificazione del parco e scoprì di avere un antico diritto di prelevare acqua dal fiume Mincio.

"<yoastmark

Rigogliosa rinascita

Con l’irrigazione iniziò così la trasformazione delle ormai aride colline moreniche della valle del Mincio, che tornarono ad accogliere la lussureggiante vegetazione ed assunsero aspetti d’impareggiabile bellezza. Il giardino non solo fu abbellito, ma crebbe anche nelle dimensioni: da 22 ettari originari assunse nel tempo le dimensioni attuali di 60 ettari. Oggi i figli di Enzo, Magda e Giuseppe, continuano con dedizione a preservare e a far conoscere questo tesoro verde, proseguendo il lavoro svolto dagli antenati. In questi anni è stata fatta una approfondita ricerca sulla fioritura dei tulipani che colora il parco nel mese di aprile. Ad oggi, con il suo milione di bulbi, è considerata la più importante del Sud Europa. L’amore della famiglia Sigurtà nei confronti del Parco ha permesso di raggiungere risultati importanti, come i recenti riconoscimenti di “Parco Più Bello d’Italia 2013” e di “Secondo Parco Più Bello d’Europa 2015”.

"<yoastmark

Le bellezze naturali

Il Viale delle Rose è sicuramente l’immagine con cui il Parco Giardino Sigurtà si è fatto conoscere nel mondo. Lungo il suo chilometro di lunghezza, sbocciano ogni primavera più di 30.000 selezionatissime rose Queen Elizabeth e Hybrid Polyantha & Floribunda. Al centro del labirinto sorge una torre: dall’alto si possono ammirare le geometrie del percorso stesso e le altre attrazioni naturali del Giardino. La meridiana orizzontale è caratterizzata da un simbolo, un tracciato geometrico inciso elettronicamente sul quadrante. Gli elementi che lo costituiscono rappresentano, in una visione simbolico-figurativa, il “Sole sorgente di vita”. I Giardini Acquatici ricordano per colori e suggestioni i paesaggi ritratti nelle tele dei maestri impressionisti. Particolarmente suggestivo l’effetto del riflesso del torrione del Castello Scaligero negli specchi d’acqua, dove galleggiano delicatamente Ninfee rustiche e tropicali di sofisticata bellezza.

Ammirare e imparare

Il Castelletto è un edificio merlato con finestre neogotiche costruito dal Marchese Antonio Maffei e che fu inizialmente adibito a “Sala d’Armi”. Nel secolo scorso è stato luogo di tavole rotonde. Alcuni scienziati e Premi Nobel furono ospiti della famiglia Sigurtà. La Grande Quercia, con i suoi quattro secoli di età, è la pianta più antica del giardino. Diversamente da quanto accade nei giardini all’italiana, i giardinieri del Parco si limitano ad “accarezzare” la chioma dei bossi, ricavando così cespugli dalle forme particolari e bizzarre. Rivolto alle famiglie con bambini la Fattoria Didattica.

Parco Sigurtà: giorni di apertura e prezzi

Dal 5 marzo al 5 novembre 2017 il Parco è aperto tutti i giorni con orario continuato dalle 9.00 alle 19.00. Marzo, ottobre e novembre dalle 9.00 alle 18.00. Sotto i prezzi:

Adulti
€ 12,50

Ragazzi (5-14 anni)
€ 6,50

Bambini (0-4 anni)
Gratis

Over 65
€ 10,00

Disabili 100% (con certificazione)
Gratis

Accompagnatore
€ 9,50

Abbonamento stagionale adulto (valido dal 5 marzo al 5 novembre 2017)
€ 55,00

Abbonamento stagionale ragazzo (valido dal 5 marzo al 5 novembre 2017)
€ 30,00

Abbonamento Tulipanomania adulto (valido dal 5 marzo al 30 aprile 2017)
€ 19,00

Abbonamento Tulipanomania ragazzo (valido dal 5 marzo al 30 aprile 2017)
€ 11,00

SHARE
Previous articleGiulio Tremonti: storia di un ministro
Next articleRevisione auto: le novita del 2017/2018
Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...