Opel Grandland X Hybrid4

Opel Grandland X Hybrid4 è il primo veicolo ibrido plug-in a trazione integrale del marchio. Unisce le caratteristiche migliori della trazione elettrica e del motore a combustione interna, per raggiungere prestazioni eccellenti, utilizzare l’energia con efficienza e avere un’utile autonomia in modalità elettrica. Le quattro modalità di guida (elettrica, ibrida, trazione integrale e Sport) garantiscono una guida dinamica in qualsiasi situazione.

Opel Grandland X Hybrid4 , motore

Opel Grandland X Hybrid4 monta un’unità turbo benzina 1.6 litri e due motori elettrici che assicurano una potenza di sistema di 221 kW (300 CV) con emissioni di CO2 ridotte a 28-39 g/km secondo il ciclo WLTP1. Il motore a combustione interna quattro cilindri da 147 kW (200 CV) è stato progettato specificamente per rispondere alle necessità di questa applicazione ibrida. La velocità massima di Opel Grandland X Hybrid4 è di 235 km/h.

Elettrico

L’unità elettrica è composta da due motori, uno anteriore e uno posteriore. La potenza del motore elettrico anteriore corrisponde a 81 kW (110 CV) mentre quella dell’unità posteriore è di 83 kW (113 CV). Il motore elettrico anteriore trasferisce la potenza alle ruote anteriori attraverso la trasmissione automatica elettrica a otto rapporti. Il secondo motore elettrico e il differenziale sono integrati nell’asse posteriore. Questa seconda unità elettrica rende Opel Grandland X Hybrid4 a trazione integrale permanente, con la garanzia di avere sempre la trazione ottimale su qualsiasi terreno. Con questo veicolo ibrido plug-in si possono percorrere fino a 59 chilometri in modalità puramente elettrica secondo il ciclo di prova WLTP1.

E-Save

La funzione e-Save conserva l’energia elettrica accumulata nella batteria ad alta tensione per poterla utilizzare in un secondo momento, per esempio per guidare nelle zone dove l’accesso è limitato ai veicoli elettrici. La funzione si attiva attraverso lo schermo touch a colori del sistema di infotainment e si può decidere di conservare tutta l’energia presente nella batteria o parte di essa. La frenata rigenerativa cattura inoltre l’energia cinetica prodotta durante le fasi di decelerazione o di frenata, che altrimenti finirebbe dissipata sotto forma di calore. Il cliente può scegliere due modalità di recupero che trasformano i motori elettrici in generatori che trasferiscono l’energia elettrica alla batteria e permettono di accumularla al suo interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *