Olio di CBD
Olio di CBD

L’olio di CBD è un prodotto che negli ultimi anni ha avuto una crescita a dir poco esponenziale. Nel mondo della cannabis light, la cosidetta new canapa economy, tutto legale in Italia da quando quattro anni fa è entrata in vigore la Legge 242/2016 stiamo assistento ad un vero e proprio boom. Vale la pena quindi chiarire bene la situazione e le differenze tra i vari prodotti. Tra olii non si può e non si deve sbagliare.

Lockdown

Negli ultimi mesi in pratica gli abitanti di tutto il mondo, chi più e chi meno, si sono trovati a fare i conti con le conseguenze del Coronavirus. Noi italiani abbiamo purtroppo contato i morti a migliaia e abbiamo scoperto il periodo di lockdown, che ci ha costretti (nella migliore delle ipotesi) a chiuderci tra le mura di casa in attesa di tempi migliori. Non sorprende quindi che in una situazione di questo tipo ansie e paure siano esplose prepotentemente e in molti abbiano cercato un modo per tranquillizzarsi. Tra questi, c’è appunto l’olio di CBD che è un ottimo rilassante. Favorisce tra gli altri effetti quindi il benessere mentale e fisico.

Olio di CBD e olio di canapa

In molti però fanno ancora confusione tra i vari prodotti di questo mondo relativamente nuovo e di cui si sta ancora studiando. Qual è la differenza fra olio di CBD e olio di canapa? Questa per esempio è una delle domande che meritano un approfondimento. Il primo deriva dai fiori della pianta di canapa, mentre il secondo si produce a partire dai semi. Ma ovviamente le differenze non si fermano qui, visto che entrambi hanno funzioni ed effetti diversi. L’olio di CBD genera infatti alterazioni fisiologiche caratteristiche, mentre quello di semi di canapa contiene elevati livelli di nutrienti chiave. Negli ultimi annni è diventato un popolare prodotto per la cucina nonchè per la cosmetica.

L’olio di cannabis

Discorso a parte merita l’olio di cannabis che è tutt’altra cosa. Prima di tutto si tratta di un prodotto illegale perchè contiene un’elevata quantità di THC. L’olio di CBD e l’olio di semi di canapa invece sono prodotti da una varietà a basso THC della pianta della cannabis, sviluppata tramite ibridazione. Nota come canapa industriale, per questo è stata approvata dal Governo. In Italia i prodotti da essa derivati sono infatti acquistati e venduto liberamente, ad esempio sotto forma di integratori alimentari.

Capsule di CBD

In alternativa all’olio di CBD sono state sviluppate poi le capsule di CBD, un prodotto che potete trovare qui: https://www.cibdol.it/capsule-cbd. Esistono anche spray e globuli ma le capsule in particolare sono insapori, inodori e più discrete. Offrono le stesse caratteristiche dell’olio di CBD ma con la non da poco caratteristica di essere disponibili in diversi dosaggi. Ovviamente richiedono un tempo maggiore per fare effetto, dato che devono essere di fatto assorbite e iniziare a circolare tramite il sangue nel nostro organismo ma il loro effetto dura molto più a lungo (6–8 ore). Non resta quindi a chi è interessato di provare per trovare la soluzione più adatta.