Sono arrivate anche a Milano e Firenze le biciclette gialle di Ofo Bike, il nuovo servizio di bike sharing fornito da una start up cinese. Anche ciclisti poco esperti possono utilizzare facilmente questi mezzi: si tratta infatti di biciclette dotate di ruote piene, ma anche di cambio a tre rapporti. Muoversi anche su lunghe distanze può quindi risultare piuttosto agevole.

Ofo Bike: spostarsi in città non è mai stato così semplice

Chi vive in una grande metropoli sa bene come possa essere difficile districarsi nel traffico, soprattutto nelle ore di punta. Per chi vuole rinunciare all’auto può essere utile sapere di poter contare su forme di mobilità alternative in grado di preservare l’ambiente e allo stesso tempo non eccessivamente costose.

Una soluzione valida a chi ha questa esigenza può essere rappresentata da Ofo Bike, un bike sharing approdato da poco anche in Italia. A sperimentarlo in questa fase iniziale sono Milano e Firenze. Il servizio è gestito da una società cinese ed è simile alla proposta di MoBike, altra novità per i cittadini del capoluogo lombardo.

Riconoscere le biciclette di Ofo è davvero molto semplice: tutte infatti si distinguono per il loro caratteristico colore giallo che le rende davvero appariscenti. A poco tempo dal suo approdo in Italia, la società asiatica ha fornito un numero non elevatissimo di biciclette. In breve tempo è comunque previsto un incremento notevole (si punta a 4 mila mezzi) per offrire al maggior numero di persone di usufruire di questa opportunità.

Ofo Bike: caratteristiche e costi del servizio

Chi desidera utilizzare le biciclette di Ofo deve scaricare l’apposita app sul proprio dispositivo mobile. La registrazione è semplice e immediata: basta inserire il proprio indirizzo email e  il numero di telefono, che dovrà essere verificato con un codice. Una volta compiuta l’operazione, grazie al servizio di geolocalizzazione l’utente visualizzerà nell’arco di pochi minuti dove sono presenti i mezzi più vicini. La prenotazione dura 15 minuti, passati i quali non si ha più diritto a prelevare la bici.

Raggiunta la bicicletta, l’utilizzatore può sbloccarla tramite l’app.  Lo sblocco avviene scansionando con il cellulare il QR code presente sulla bici: questo consente di aprire il lucchetto elettronico presente sul veicolo.

In attesa di maggiori comunicazioni sui costi, Ofo Bike è completamente gratuito. Il lancio ufficiale è previsto per il mese di ottobre. Una volta superata questa fase, quasi inevitabilmente il prezzo potrà fare da discriminante rispetto alle proposte dei concorrenti MoBike e BikeMi. Non è comunque necessario avere contanti con sé o essere dotati di carta di credito: il servizio si paga infatti con un portafoglio di credito ricaricabile. Basta caricare pochi euro per volta.