Nuova Audi Q5

Il modello più venduto al mondo della gamma Q, l’Audi Q5, è stato ora rinnovato e presenta una versione che può essere considerata l’espressione più chiara di dinamismo, tecnologia e sicurezza. Il frame ottagonale è ora diventato più ampio e arriva a raggiungere la sezione inferiore drl frontale. Modifiche hanno riguardato anche le prese d’aria laterali, caratterizzate da inserti trapezoidali.

Particolare attenzione è stata poi data all’illuminazione, elemento pensato a garantire sicurezza. Una caratteristica resa possibile dalla conformazione delle luci diurne e dai proiettori a LED. I gruppi ottici e l’estrattore spiccano per il listello decorativo.

All’interno dell’abitacolo è possibile notare la conformazione della plancia, adatta a mettere al centro i bisogni di chi si trova alla guida, pur senza distrarlo.

Nuova Audi Q5: i gruppi ottici posteriori con tecnologia a LED

Audi da sempre è sinonimo di qualità e anche con questo modello la casa tedesca non ha voluto smentirsi. Tra le novità possiamo segnalare la presenza della tecnologia OLED, elemento che finora era presente nell’ammiraglia Q8. Gli OLED sono diodi a emissioni di luce organici e rappresentano una scelta ideale per l’illuminazione omogenea; proprio per questo sono stati inseriti sul lato posteriore della vettura.

La scelta fatta dall’azienda punta proprio a dare al cliente un elemento che rendere ancora più attraente la vettura. Chi decide di acquistarla può infatti scegliere tra tre diversi motivi luminosi dei gruppi ottici posizionati sul retro. Ognuno di questi può contare sulle animazioni Coming Home e Leaving Home. La segnalazione della prossimità grazie a questo sistema diventa ancora più chiara. Gli automobilisti che troveranno il Q5 sul proprio percorso non avranno quindi problemi nel percepire la direzione che si sta prendendo. Questo consentirà così di viaggiare in maggiore sicurezza. Se un utente della strada ad auto ferma dovesse arrivare a una distanza inferiore ai due metri, si accenderanno tutti i segmenti. Non appena la macchina verrà messa in moto e inizierà a muoversi, toner in funzione l’illuminazione originaria.

Modifiche hanno riguardato anche gli indicatori di direzione, che sono ora dinamici.

Anche chi dovesse decidere di acquistare la versione di base non resterà deluso. Qui infatti sono compresi i proiettori a LED. I LED Audi Matrix saranno invece disponibili solo su richiesta. Le luci abbaglianti possono essere invece manovrate in maniera autonoma dal guidatore pur senza compromettere la visibilità agli altri automobilisti.

Come cambiano dimensioni e carrozzeria

Piccole variazioni hanno riguardato anche le dimensioni: la vettura è ora lunga 19 millimetri in più, arrivando complessivamente a 4,68 metri. Nessun cambiamento invece per larghezza e altezza, che sono pari rispettivamente a 1,89 metri e 1,66 metri. L’abitabilità è ottima grazie a un passo di 2,82 metri.

Per chi dovesse averne la necessità è possibile montare a bordo i sedili posteriori plus, che permettono di effettuare una regolazione personalizzata della seduta, oltre a poter adattare gli schienali. Qualora si dovesse scegliere questa soluzione, la capacità del bagagliaio non viene comunque particolarmente compromessa: la capacità è compresa tra 550 e 1.550 litri. Disponibile di serie il portellone elettrico.

Migliorata anche la carrozzeria, che è ora diventata la più leggera del segmento, mentre il coefficiente di aerodinamica è pari a 0.30, che la rende una delle migliori della categoria. Questo consente di fare viaggi lunghi in tutta serenità: i rumori sono infatti ridotti al minimo.

Tecnologia al top

Per una vettura che vuole essere una delle migliori del suo segmento la dotazione tecnologica non può che svolgere un ruolo primario. La piattaforma modulare di infotainment è arrivata alla terza generazione e ha una potenza di calcolo superiore di dieci volte rispetto alla versione precedente. Uno degli elementi più importanti è l’Audi Virtual Cockpit Plus, ora totalmente digitale. Le esigenze di chi si trova al volante sono state privilegiate grazie alla possibilità di scegliere tra tre diverse visualizzazioni, che compaiono sul displayFull HD da 12,3 pollici; il tutto senza alcuna distrazione grazie ai comandi al volante. Per chi lo desidera, è possibile avere a disposizione l’hhead-up display che proietta le informazioni sul campo visivo del conducente.

Il nuovo sistema MMI presente a bordo si caratterizza per l’intuitività che da sempre caratterizza gli smartphone. E’ l’immissione di testo libero a influenzare i risultati che saranno visualizzati, con tempi estremamente ridotti. Davvero utilissimo per viaggiare in sicurezza è poi il comando vocale. Ma non è finita qui: chi sceglie il pacchetto Audi Connect Navigazione & Infotainment potrà usufruire di un sistema che riesce ad agire non solo sulla base delle informazioni presenti a bordo, ma anche di quanto indicato nel cloud. Proprio quest’ultimo pacchetto può essere apprezzato per la versatilità: disponibile anche la connettività Car-To-X, in grado di sfruttare l’intelligenza delle flotte Audi. Tutte le vetture sono in grado di condividere i dati relative all’entrata e all’uscita dei parcheggi, indicando il momento in cui si potrebbe liberare un’area di sosta, oltre ad avvisi relativi a pericolo (nebbia o ghiaccio), ai limiti di velocità e alla presenza dei semafori.

I vantaggi dell’elettrificazione

Al momento del debutto sul mercato in Europa la nuova Audi Q5 sarà disponibile con la configurazione 2.0 quattro S tronic (consumi nel ciclo combinato WLTP di 6,3/6,9 litri ogni 100 chilometri ed emissioni di CO2 di 165/182 grammi/km – 139/143 grammi/km NEDC). Il motore Diesel a quattro cilindri eroga 204 CV e 400 Nm di coppia. Il basamento in alluminio pesa 20 kg in meno rispetto al motore appannaggio del precedente modello, mentre l’albero motore è alleggerito di 2,5 kg.

La tecnologia mild-hybrid a 12 Volt ha inoltre il vantaggio di poter ridurre i consumi di carburante fino a 0,3 litri ogni 100 km. Il sistema agisce grazie all’alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) collegato all’albero motore che, nelle fasi di decelerazione, è in grado di recuperare sino a 5 kW di potenza. Questa energia viene immagazzinata nella specifica batteria agli ioni di litio, da cui viene successivamente veicolata ai dispositivi integrati nella rete di bordo. Qualora chi si trova al volante dovesse lasciare il pedale dell’acceleratore ma tenere una velocità tra i 55 e i 160 km/h, Audi Q5 2.0 TDI quattro S tronic MHEV 12V può avanzare per inerzia (veleggiare) a motore acceso o spento.

La versione 2.0 TDI quattro S tronic è in grado di passare da 0 a 100 km/h in soli 7,6 secondi, mentre la velocità massima è pari a 222 km/h. Successivamente al lancio, saranno disponibili anche due ulteriori step di potenza del motore TDI a 4 cilindri, di un possente V6 TDI MHEV 48V e di due propulsori 2.0 TFSI MHEV 12V. Confermata la disponibilità della variante ibrida plug-in TFSI e, offerta con due livelli di potenza.

I sistemi di assistenza alla guida

Non mancano i dispositivi di assistenza alla guida, ormai imprescindibili e adatti a rendere più sicuro chi si trova al volante e i suoi passeggeri. Tra questi troviamo l’Audi Pre Sense City, disponibile di serie, pensato per evitare che possano verificarsi collisioni con gli altri utenti della strada grazie a segnalazioni acustiche, visive e tattiche con l’attivazione della frenata automatica.

A richiesta è invece possibile inserire sulla nuova Audi Q5 l’assistente alla svolta, l’avviso di uscita e il Collition Avoid Assist, in grado di indivuare una traiettoria alternativa nel caso in cui si presentasse un ostacolo sul percorso.

L’assistenza adattiva alla guida riesce invece a coniugare funzioni importanti come quelle di Adaptive Cruise Control, Traffic Jam Assist e Active Lane Assist. Il sistema è quindi perfetto per regolare in automatico la distanza dal veicolo che precede, oltre a fare in modo che il veicolo resti all’interno della corsia intervenendo sullo sterzo. Altrettanto utile è il Predictive Efficiency Assistant, che assiste il conducente rendendo la guida più efficiente. oltre a dare consigli su come diminuire i consumi.

Il momento dell’arrivo sul mercato

Non sarà necessario attendere molto per poter acquistare la nuova Audi Q5. Il suo arrivo sul mercato è infatti previsto nel corso del quarto trimestre 2020.

Al momento del lancio sarà possibile contare sul pacchetto esclusivo Edition One. Questo si caratterizza negli esterni con la variante S line integrata dal pacchetto look nero. Sono inoltre presenti dettagli sportivi, evidenziati nei loghi Audi e nel frontale con finitura total black, colore che ritroviamo anche nel retrotreno, nelle portiere posteriori e nelle calotte dei retrovisivi esterni.

Davvero suggestiva la proiezione a terra degli anelli Audi sin dall’apertura delle portiere. Sono poi compresi anche le pinze a freno rosse, i cerchi in lega da 20 pollici e i sedili sportivi. Quattro i colori tra cui scegliere per la carrozzeria: District Green, Ultra Blue, Bianco Ghiaccio e Nero Mythos.