Nissan NV400
Nissan NV400

A Tokyo c’è una new-entry da record nel parco ambulanze del comando di Ikebukuro. Si tratta di Nissan NV400, prima ambulanza giapponese a zero emissioni.

Dichiarazioni

Ashwani Gupta, Representative Executive Officer e Chief Operation Officer Nissan, ha così commentato: “Nissan crede fermamente nella mobilità sostenibile e si impegna a dare il proprio contributo per un mondo a zero emissioni e zero incidenti fatali su strada. Questo progetto è un altro esempio dei nostri sforzi per garantire alle comunità locali un migliore accesso ai veicoli ecocompatibili”.

Nissan NV400

L’ambulanza Nissan NV400 è dotata di una barella elettrica che agevola le operazioni per il personale paramedico. Attraverso la propulsione elettrica, il rumore e le vibrazioni del veicolo sono sensibilmente ridotti rispetto a un veicolo tradizionale, riducendo di conseguenza l’impatto negativo sia sui pazienti sia sui soccorritori. Le prestazioni elettriche sono rese possibili da due batterie agli ioni di litio (33 kWh), mentre una batteria aggiuntiva da 8 kWh consente un uso prolungato delle apparecchiature e dell’impianto di climatizzazione.

Energia elettrica

L’ambulanza può anche trasformarsi in una fonte di energia mobile in caso di blackout o calamità naturale. Inoltre, grazie alla sua natura elettrica, l’ambulanza Nissan è una soluzione conveniente in termini di costi di carica e manutenzione. L’ambulanza elettrica Nissan si basa su una variante convertita del modello Nissan NV400, attualmente disponibile in Europa. L’allestimento, realizzato da Autoworks Kyoto, è conforme alle normative giapponesi ed è progettato per soddisfare le esigenze del cliente. Il pacchetto ambulanza, pratico e robusto, è stato sviluppato da Gruau, azienda europea leader negli allestimenti per i veicoli di emergenza.