Nikola Tesla Exhibition
Nikola Tesla Exhibition

Raccontare l’uomo e l’inventore che ha cambiato radicalmente la storia della scienza e della tecnologia: con questo obiettivo Milano ospita la Nikola Tesla Exhibition, la mostra museo interattiva più grande al mondo fino ad ora mai realizzata sullo scienziato. La prima e unica tappa italiana del tour mondiale della mostra, organizzata da Venice Exhibition in collaborazione con il Nikola Tesla Museum di Belgrado, sarà allestita dal 5 ottobre 2019 fino alla primavera del 2020 nello Spazio Ventura XV a Lambrate.

La Nikola Tesla Exhibition

Con un concept moderno, coinvolgente e con un linguaggio adatto ad un pubblico di tutte le età, il percorso museale sarà completamente interattivo. I visitatori potranno vivere un’esperienza multimediale e sensoriale immersiva. Sperimenteranno in prima persona ciò che la mente geniale di Tesla ha saputo creare e conoscendo da vicino la sua vita, i viaggi, le esperienze tormentate e il suo smisurato amore per l’umanità. Un’esperienza a 360° tra documenti e reperti, postazioni scientifiche interattive, ricostruzione dei luoghi di origine e riproduzioni delle macchine, ispirate ai progetti del grande inventore.

La mostra

In particolare, sarà possibile entrare nella riproduzione reale e fedele del laboratorio di “Colorado Springs”. Lì nel 1899 Tesla si trasferì e riprodusse i famosi fulmini artificiali. Oppure vedere da vicino il “Big Coil” di Tesla, ovvero la bobina che riproduce le scariche elettriche molto simili a quelle prodotte in natura. Una sezione della mostra sarà inoltre dedicata alla famosa e controversa “guerra tra le correnti” tra Tesla ed Thomas Alva Edison.

Dichiarazioni

“Con questa esposizione, unica nel suo genere, vogliamo avvicinare le persone alla figura di Nikola Tesla, trasmettendo allo stesso tempo un valore scientifico didattico”. Lo spiega Mauro Rigoni, Amministratore unico di Venice Exhibition. “L’interattività della mostra intende coinvolgere in primo luogo i più giovani, gli studenti, per far loro sperimentare da vicino le scoperte di Tesla, così che possano comprendere come le sue idee abbiano permesso di aprire strade infinite verso le innovazioni e le modernità del Ventunesimo secolo, invenzioni e scoperte senza le quali oggi il mondo sarebbe completamente diverso da come lo conosciamo. Basti pensare – conclude Rigoni – che nel 2003 l’UNESCO ha riconosciuto come patrimonio universale ed eredità destinata all’umanità intera la sua documentazione e le sue invenzioni”.