Ultra Fast Charger scaled

Ultra Fast Charger, l’innovativo sistema, sviluppato in Italia da Nidec ASI, permette di ricaricare in meno di 15 minuti anche le auto con le più moderne batterie. Alte prestazioni e minimo impatto sulla rete elettrica sono garantiti.

UFC

La prima Ultra Fast Charger di Nidec sulla statale 372 Telesina

Nidec ASI installerà in Italia una stazione Ultra Fast Charger (UFC) presso l’area di servizio del Gruppo ROA sulla strada statale n.372 Telesina (Benevento). Il montaggio di questo sistema di ricarica unico nel suo genere, rappresenta un primo passo verso una diffusione capillare della mobilità elettrica nel nostro Paese. Una missione verso cui Nidec ASI è fortemente impegnata anche attraverso un processo di evoluzione dello stesso gruppo. Un progetto che prevede il rinnovamento della flotta aziendale, rendendola 100% elettrica. Nonché l’installazione di due UFC nelle sedi di Milano e Montebello, per uso privato.

Nidec: con l’Ultra Fast contribuirà a gettare le basi per la diffusione di veicoli elettrici

L’Ultra Fast Charger, grazie a una tecnologia efficiente e interamente Made in Italy, contribuirà a gettare le basi per la diffusione dei veicoli elettrici in Italia. Di fatto, traducendo in realtà la visione di un futuro green e sostenibile dominato da tecnologie “all electric”. L’avanzato sistema di Nidec ASI permetterà anche ai veicoli dotati di batterie di ultima generazione di poter usufruire dei vantaggi di una ricarica ultraveloce.

L’UFC è la soluzione all’aumento della richiesta di energia

L’UFC è la soluzione in grado di rispondere all’aumento della richiesta di energia necessaria ad alimentare le colonnine di ricarica. Nonché all’esigenza di mantenere la massima stabilità della rete elettrica. Permette, infatti, di ricaricare auto, autobus e veicoli commerciali senza attingere direttamente dalla rete, evitando quindi picchi di potenza e conseguenti blackout. Una caratteristica fondamentale in un paese come l’Italia. Il nuovo UFC è dotato di un sistema di storage a batteria e funge quindi da “cuscinetto” tra la rete elettrica e la colonnina di ricarica.

Nello specifico, Nidec ASI fornirà al Gruppo ROA un Powersafe 1.0 con 2 pacchi batterie da 79kWh ognuno, dotato di una colonnina con 2 uscite a 160kW e 2 meters certificati. Il sistema sarà inoltre alimentato da un impianto fotovoltaico già presente. Questo per permettere l’utilizzo di energia 100% verde e ridurre al minimo l’impatto sulla rete elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *