Nespresso

Un nuovo caffè, per la prima volta nella gamma Reviving Origins di Nespresso, una produzione biologica. Con un obiettivo importante: supportare la produzione di caffè e sostenere le comunità locali con aiuti concreti in grado di migliorare la vita delle persone nella Repubblica Democratica del Congo. Nespresso lancia KAHAWA ya CONGO, Speranza del Congo, un caffè biologico dolce e fruttato nato grazie al programma Reviving Origins. Mira a rilanciare la produzione di caffè in regioni colpite da avversità come cambiamenti climatici e conflitti.

Nespresso, storia

Il primo caffè mono-origine biologico del programma Reviving Origins, KAHAWA ya CONGO, proviene dalla regione del Lago Kivu. La comunità di coltivatori di caffè, un tempo florida, è stata devastata da decenni di instabilità politica ed economica. Lanciato nel 2019, il programma Reviving Origins ha consentito la produzione di caffè di ottima qualità provenienti da alcune aree dello Zimbabwe, dell’Uganda, della Colombia e, da oggi, dalla Repubblica Democratica del Congo. Si tratta di caffè stagionali disponibili solo in volumi limitati per dare a queste comunità la possibilità di continuare a ricostruire le loro economie del caffè, aumentando, anno dopo anno, la quantità di caffè che arriva da ogni regione, aiutando i coltivatori ad aumentare la produttività e la qualità del proprio caffè.

Dichiarazioni

“La zona del Kivu è tra le migliori regioni per la coltivazione di caffè al mondo. Ha dovuto affrontare condizioni estremamente difficili negli ultimi anni”. Lo spiega Paulo Barone, Head of Coffee Sustainability and Origins Development di Nespresso. “Attraverso il nostro programma Reviving Origins, stiamo lavorando a stretto contatto con i coltivatori del Congo per dare nuova vita al settore. Per riabilitare la zona del Kivu come produttrice di un caffè arabica eccezionale e di alta qualità e per reintegrare i mezzi di sostentamento ai coltivatori, offrendo loro un sostegno sociale. Fondamentale per implementare il benessere delle comunità che lavorano alla produzione del nostro caffè Kahawa ya Congo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *