Gherardo delle notti, Natività
Gherardo delle notti, Natività

Il 25 dicembre si festeggia il Natale, festa religiosa per cattolici, protestanti e ortodossi con il calendario gregoriano, che celebra la nascita di Gesù a Betlemme da Maria, ovvero la Natività. Secondo il calendario liturgico, è una solennità di importanza superiore all’Ascensione e alla Pentecoste, ma inferiore alla Pasqua, la festività cristiana più importante. Purtroppo, tra le popolazioni di cultura occidentale, negli ultimi anni il Natale ha significato spesso scambio di doni, Babbo Natale e molto altro, perdendo il suo originario senso.

Al Natale sono vicine la tradizione del presepe, di origine medioevale, e l’addobbo dell’albero di Natale, diffusasi successivamente a partire dal Nord Europa. La parola Natale deriva dal latino cristiano Natāle(m), ovvero giorno di nascita di Cristo. I vangeli secondo Luca e Matteo narrano prima l’annuncio dell’angelo Gabriele, poi la deposizione nella mangiatoia, l’adorazione dei pastori, la visita dei magi e, in sostanza, tutto il processo legato alla Natività. Alcuni aspetti, come la grotta, il bue e l’asino, i nomi dei Magi, sono legati a racconti presenti nei vangeli apocrifi. Il significato cristiano più importante di questa festa è da ricollocarsi nella presenza di Dio. Con la nascita di Gesù, infatti, Dio non è più distante ma si rivela ed entra nel mondo per rimanervi fino alla fine dei tempi.

SHARE
Previous articleLouis Tomlinson: 23 anni da One Direction
Next articleCarlo Conti, il marito Don Giovanni
Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...

1 COMMENT