Quale mutuo scegliere

Il 2020 verrà ricordato per sempre come l’anno del Coronavirus. Tantissimi italiani hanno perso e stanno ancora perdendo la vita per colpa di un Covid 19 contro cui stanno combattendo medici di tutto il mondo. La salute viene prima di tutto, ma questa pandemia globale ha avuto ripercussioni anche da un punto di vista economico. La situazione è davvero preoccupante ma c’è un campo in cui invece, per chi può, investire è davvero conveniente. Stiamo parlando del mutuo.

Mutuo, i tassi

Sembra paradossale ma in realtà non lo è. Così come in altri campi, il Covid 19 ha cambiato radicalmente la situazione. Per andare incontro a chi può spendere infatti i tassi ora sono al minimo: in molti casi è possibile pagare lo 0,5% fisso per 20 anni, un record mai visto da quando esistono appunto i mutui. Le banche stanno in qualche modo dando il loro contributo, anche perchè così facendo si potrebbe andare incontro nel 2021 alla tanto attesa ripresa del mercato immobiliare. E anche il calcolo della rata del mutuo diventa una sfida estremamente stimolante.

Motivi

Ma come mai si è arrivati a questa situazione? In molti se lo chiedono e gli analisti hanno sottolineato come non sia solo un fattore economico. Certo, gli incentivi non mancano e non poter spendere soldi in altri modi, avendo tutti passato molto più tempo in casa, incide, ma c’è dell’altro. Proprio chi è rimasto di più in casa ha valutato attentamente la situazione, decidendo di migliorare il luogo in cui ha passato, passa e (in ogni caso) passerà la maggior parte del suo tempo. Chi vive in un monolocale lo sa bene: gli spazi sono sempre più importanti e magari avere un’abitazione più comoda, con terrazzo o giardino, pur essendo meno centrale come posizione è diventata una priorità.

Smart working

Fino a qualche mese fa lo smart working non era molto “praticato” e neanche ben visto, sia dai lavoratori che dalle aziende. La pandemia ci ha costretto tutti a rivedere i nostri concetti. Chi paga ha capito che si può ben lavorare anche senza stare in ufficio e chi incassa sa che si può anche migliorare la propria produttività, annullando di fatto i tempi legati agli spostamenti e ottimizzando in generale tutti gli altri giri di orologio. In questo scenario, la casa diventata ufficio merita un investimento in più, con i mutui che di conseguenza sono sempre più sfruttati.

Vantaggi del mutuo nel 2020

Detto dei tassi al momento vantaggiosissimi, esistono anche altri vantaggi nel campo dei mutui. Parliamo per esempio della surroga, o portabilità. In pratica consiste nel trasferimento del muto ipotecario da una banca ad un’altra o da un mutuatario ad un altro. Anche in questo caso le condizioni sono al momento favorevoli per un’operazione di questo tipo. Una mossa che contribuisce a sbloccare il mercato immobiliare e, come si suol dire, far girare l’economia.

Tempistiche

Al momento, e anche questo può sembrare paradossale, ma è in realtà ha una sua logicità, il problema è legato alle tempistiche. Essendoci grande interesse per i mutui ma poco personale disponibile, la lista d’attesa si è allungata enormemente. Per fortuna però le previsioni riguardo ai tassi sono favorevoli: dovrebbero rimanere ancora molto vantaggiosi anche quando il peggio a livello di restrizioni per il Covid 19 sarà superato. Anche nel 2021 insomma accendere un muto sarà ancora un affare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *