Motor Valley Tour

Si è concluso il primo Motor Valley Tour, in anticipo rispetto al previsto per rispondere al desiderio dei tanti appassionati di riprendere a guidare sulle strade più iconiche dell’automobilismo. Nove delle dieci Abarth della flotta privata FIAT 500 Abarth personalizzate Canossa hanno corso sulle strade della Motor Valley.

Motor Valley Tour, il programma

Il venerdì è statat la giornata dedicata all’accoglienza e al briefing. Il sabato invece è stato il giorno più intenso: si è partiti da Modena per dirigersi al Museo Lamborghini MUDETEC, appena riaperto dopo la forzata chiusura causa Covid. È stata l’occasione per ammirare le auto più prestigiose del marchio. Ma anche per guardare in esclusiva la nuova Sián Roadster. E poi via, verso il Museo Pagani. Un’eccellenza straordinaria del nostro territorio. L’esperienza del Factory Tour è stata resa unica anche dall’accoglienza dello stesso Horacio Pagani e la moglie Cristina. Hanno voluto dare il benvenuto al primo gruppo di partecipanti ai Motor Valley Tours. Ci si è diretti verso Castelvetro, coi suoi rilassanti paesaggi collinari. Dopo una sosta ristoratrice per il pranzo, Maranello. La VIP Experience nel Museo Ferrari soddisfa ogni desiderio del più entusiasta fan del Cavallino. La cena è stata a Modena, con lo Chef Stellato Luca Marchini che ha accolto con calore gli equipaggi.

Il gran finale

La giornata di domenica è stata dedicata a Modena, a partire dalla visita al Museo Enzo Ferrari. A seguire la prestigiosa Accademia Militare e Piazza Grande, sito patrimonio dell’UNESCO, con il meraviglioso Duomo e la suggestiva Torre della Ghirlandina. E poi una visita speciale per questa edizione: la Sala della Secchia Rapita nel Palazzo Comunale. La giornata si è conclusa con la visita nell’Acetaia Comunale creata nel 2003 nel sottotetto del Palazzo Comunale. Il prossimo appuntamento è a settembre, quando ripartiranno i Motor Valley Tours.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *