Foto di Marilyn Murphy da Pixabay
Foto di Marilyn Murphy da Pixabay

La mobilità elettrica è il futuro. Ma il futuro è già oggi. E’ ormai chiaro che sia per motivi di sostenibilità che economici il mondo viaggia in questa direzione ma se qualcuno avesse ancora dei dubbi BloombergNEF (BNEF) ha recentemente pubblicato un importante report sul tema.

Mobilità elettrica, numeri

Il report di BloombergNEF (BNEF) sulla mobilità elettrica è intitolato Electric Vehicle Outlook 2019. Mostra l’evoluzione positiva della mobilità elettrica e gli scenari futuri. In questo contesto, anche in Italia si assiste a una decisa crescita delle auto elettriche. Il numero più importante è quello delle auto 100% elettriche ad oggi in circolazione, che ha già superato 5,1 milioni nel 2018. I dati di Anfia/Acea e Unraefotografano inoltre un mercato italiano delle auto elettriche in continua espansione:per le elettriche pure +120% rispetto allo stesso periodo del 2018. Se si confronta il solo mese di giugno l’aumento è stato addirittura di +225%. Questo quadro incoraggiante a fronte di un mercato auto complessivo che registra una flessione del 2,2%.

Il futuro

Il ruolo dei servizi di mobilità condivisa, come il car-sharing, sono importanti in questo quadro in evoluzione. Servizi che rappresentano meno del 5% di tutta la strada percorsa globalmente al momento, ma si prevede che salga fino al 19% entro il 2040Il principale motivo di spinta verso l’elettrificazione nei prossimi 20 anni sarà un’ulteriore riduzione dei costi delle batterie EV, rendendo le auto elettriche più economiche rispetto alle alternative ICE (Middle-to-Late) in quasi tutti i mercati, sulla base dei costi della vita e dei costi iniziali. Dal 2010, il costo medio delle batterie agli ioni di litio per kilowattora è intanto diminuito dell’85% su una combinazione di economie di produzione e miglioramenti tecnologici. I motivi per puntare sull’elettrico sono quindi tanti e la strada verso il futuro appare segnata. Elettricamente, ovviamente.