Mitsubishi Eclipse Cross
Mitsubishi Eclipse Cross

In un mondo che corre, sempre e comunque, sapersi emozionare dovrebbe essere un momento quasi catartico. Un attimo, uno scintillio che ci permetta di riabbracciare noi stessi e la natura che ci circonda. Ma, si sa, spesso ci troviamo costretti a dover inseguire sogni, chimere, traguardi. Con la consapevolezza che, forse, ne gioveremo. Forse.

Sapersi emozionare, anche a bordo di un’auto

Ma c’è anche chi la pensa diversamente. Chi sa di aver magari perso qualcosa per strada. E riconosce di essere in ritardo ma vuole comunque provare a reagire. Perché il mondo è di tutti, c’è spazio per potersi esprimere. Ora cerchiamo di traslare questo pensiero nel mercato automotive. E lo facciamo inserendo un attore principale, il Gruppo Koelliker, e una serie di prodotti innovativi e di richiamo. Ed ecco che la miscela risulta subito interessante e dal sapore decisamente amabile.

Mitsubishi Eclipse Cross, per le strade della Catalogna

Il momento di contatto con il gruppo è avvenuto nel corso del test drive internazionale della nuova Mitsubishi Eclipse Cross. Il suv coupé dell’azienda giapponese rappresenta una novità totale per il brand. Che cerca il rilancio con una vettura giovane, che strizza l’occhio anche alle donne e di appeal. Un cambio di rotta energico, deciso. Cominciato già con la Rexton in casa Ssangyong. E che prosegue ora con la Eclispe Cross.

"<yoastmark

La nostra recensione

Il fantastico panorama della Catalogna ed un clima decisamente invidiabile, con sole splendente e temperature intorno ai 20 gradi, ci hanno accompagnato nel corso di questo test drive. Abbiamo preso la Mitsubishi Eclispe Cross all’aeroporto di Barcellona El Prat e l’abbiamo guidata fino all’hotel Camilla. Oltre un’ora e mezza di tragitto dove abbiamo potuto tastare con mano la vettura, tra tratti cittadini ed altri extra urbani. La cosa che balza subito all’occhio è la capacità interna: spazi puliti, precisi, essenziali. Pochi fronzoli, nessun eccesso. C’è tutto quello che serve: un monitor piccolo ma sufficiente, il cambio (nel nostro caso automatico) e spazi svuota tasche a sufficienza. Lato guida, la visuale appariva ottima mentre lato passeggero lo spazio a disposizione era più che abbondante. Nei sedili posteriori lo stretto necessario così come nel bagagliaio, non grandissimo ma comunque capiente per 2/3 valigie di media dimensione.

Motori, ma non solo

La guida. La Eclipse Cross ha una sterzata buona e dimensioni non troppo impegnative, nonostante si tratti di un Suv. Questo la rende maneggevole ed indicata anche per chi preferisce avere una vettura non troppo impegnativa. Di contro, la nostra motorizzazione non ci ha convinto al 100%: il 1.5 benzina sembrava offrire troppa poca spinta, tanto che in fase di sorpasso come di accelerazione bisognava schiacciare fino in fondo il pedale per avere la potenza erogata. Vero, abbiamo testato l’auto in versione automatica ed eco e non in sport. Forse avremmo potuto avere risposte differenti. Senza dimenticare che, tra circa 12 mesi, sarà disponibile anche la versione 2.2 diesel, che ci pare decisamente più in target con questo tipo di vettura.

Ma il navigatore?

Lascia perplessi la decisione di non inserire il navigatore su nessuno degli allestimenti in gamma. Certo, attraverso la funzione Mirror si può trasmettere le informazioni del proprio smartphone sullo schermo, ma per fare il salto di qualità forse serve qualcosa in più. Altro dato da sottolineare, il posteriore: a me personalmente piace. La forma è innovativa, ma proprio per questo potrebbe far discutere. Il vetro è diviso in due parti: personalmente non l’ho trovato fastidioso. Ma saremo tutti d’accordo?

Prezzi e disponibilità

La Mitsubishi Eclipse Cross arriverà sul mercato italiano a gennaio 2018 ma è già disponibile in preordine. Per chi lo effettua, oltre alla consueta garanzia, Mitsubishi offrirà anche assistenza gratuita per i primi 100.000 chilometri percorsi. Un bel vantaggio, considerando soprattutto il fatto che i prodotti della casa giapponese sono tra quelli dalle più alte percorrenze. Il prezzo d’ingresso è di 24.950 euro. Fino ad un massimo di circa 32.450 euro.