La seconda ondata di Covid19 ha inciso inevitabilmente anche sulle relazioni amorose. A confermarlo è MioDottore, che spiega come oltre 2 italiani su 5 al momento non hanno intenzione di cercare in modo attivo l’anima gemella. La scelta nasce dalle nuove disposizioni in fatto di sicurezza. Regole che costringono gli italiani a convivere con forti limitazioni alle interazioni sociali.

Il 73 % degli intervistati ha difficoltà ad instaurare nuove relazioni

Le nuove restrizioni non aiutano la nascita di nuovi amori. Infatti, per quasi 3 italiani su 4 (73%) è complesso instaurare nuove relazioni. Di questi tempi i single non sembrano avere vita facile. Soprattutto quando si tratta di fare nuovi incontri. E, i dati di MioDottore lo confermano. Il 73% dichiara di essere in difficoltà a instaurare nuove conoscenze in questo momento. Molto fa “la paura di essere contagiati. Così come di contagiare. Questo rende più arduo l’avvicinarsi gli uni agli altri, senza distinzione tra uomini e donne. Inoltre, gli incontri si complicano ancora di più, generando meccanismi psicologici di difesa di tipo ansioso”. Il commento della dottoressa Bruni. Ma veniamo ai dati. Il 42% in questo momento non ha intenzione di uscire dalla propria “singletudine”. Un quinto degli italiani (20%) freme per fare nuovi incontri. Ma non sa da dove cominciare o quali mezzi utilizzare.

Come fare, quindi, per fare nuovi incontri?

Le App di incontri e social network sono certamente gli alleati dei single di tutta Italia. Infatti, l’indagine di MioDottore conferma che molti italiani già dopo il primo lockdown hanno limitato la maggior parte delle attività sociali. Ma, lo scenario è in continua evoluzione. Ma, come conoscere allora nuove persone? Per il 35% dei rispondenti si tratta di una mission impossible. Mentre, altri sfoggiano piani di riserva. Tra questi trionfano le iscrizioni ad app di incontri o l’uso dei social media (24%). Senza dimenticare l’evergreen: le presentazioni tra amici o amici di colleghi (20%). Da non sottovalutare anche i corsi e i workshop online (10%), utili per estendere la propria rete di conoscenze. Inoltre, per più di un italiano su dieci (11%) questo è il momento per rivalutare la propria cerchia di contatti più stretti, guardando con altri occhi anche chi, prima del lockdown, non si aveva considerando minimamente.

Il potere delle chat, il filtro “magico” contro insicurezze e timidezza

Secondo i numeri, quando si tratta di app di incontri e social media, il 52% degli italiani crede che le immagini postate o condivise via chat siano attendibili e realistiche. Mentre il 18% non si è mai posto questo problema. Ma online come si sentono gli italiani? Il 42% si sente più sicuro di sé. Ma anche altre emozioni pervadono le chat. La paura di rapportarsi con qualcuno che forse non è esattamente autentico (29%). O anche noia per non riuscire a trovare il giusto match con una persona che possa parlare di argomenti interessanti o stimolanti (25%). Infine, l’imbarazzo quando si incappa in soggetti troppo diretti o spinti (4%). Mentre, le limitate occasioni di incontro hanno cambiato in parte le priorità degli abitanti. L’aspetto fisico è fondamentale per il 17%. Mentre ben oltre la metà degli italiani (59%) crede che sia meglio puntare sulla personalità. Infine oltre un quinto (23%) dichiara di mettere al primo posto gestualità e atteggiamenti.

I suggerimenti dell’esperta di MioDottore per trovare un partner

Per coloro che non sono pronti a rinunciare a nuove conoscenze la dottoressa Bruni dà cinque utili consigli per instaurare relazioni amorose in sicurezza. Capire se si è alla ricerca di un partner occasionale o di una relazione. Indagare i modi abituali in cui di solito si entra in una relazione, tenendo conto della necessità di adeguarsi alle regole sanitarie. Essere consapevoli del momento che si sta vivendo, che richiede delle accortezze particolari per la propria ed altrui sicurezza. Unire cuore e cervello. Essere sempre sé stessi.